/ ATTUALITÀ

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | sabato 19 marzo 2016, 15:14

Prosegue il progetto di urbanistica "Officina Imperia". Alberti (Confindustria): "Abbiamo finanziato volentieri l'iniziativa"

" Gli istituti, seppur privati, che hanno un forte radicamento sul territorio, a mio avviso, quando possono, devono cercare di rendersi utili"

Proseguono i lavori di "Officina Imperia", un laboratorio di architettura che vede la sinergia di più parti, tra cui il Comune di Imperia, attraverso l'assessorato a Verde Pubblico e Arredo Urbano, l'ordine degli architetti di Imperia, Confindustria, la scuola di architettura e design dell'RMIT University (Royal Melbourne Institute of Technology) e del Politecnico di Milano.

Gli studenti, stanno effettuando le revisioni assistiti dall'Assessore Maria Teresa Parodi, architetto, ideatrice del progetto, e dal professor Mauro Baracco.

Sponsor del progetto è Confindustria Imperia, che, come spiega il suo presidente Alberto Alberti, insieme ad altri associati dell'istituzione, ha voluto finanziare per approfondire il concetto di urbanistica nel nostro territorio.



"Confindustria, come istituzione, - spiega Alberti - si sente investita di responsabilità nei confronti del sociale, del territorio, rispetto a quello che poteva essere trenta,quarant'anni fa. Gli istituti, seppur privati, che hanno un forte radicamento sul territorio, a mio avviso, quando possono, devono cercare di rendersi utili.


Si è presentata l'opportunità di entrare in contatto, grazie all'Assessore Maria Teresa Parodi, e ad amicizie e conoscenze, con questo gruppo di lavoro coordinato da un professore italiano, Mauro Baracco, in Australia dal '95, ma che collabora anche con il Politecnico di Milano, ed è un gruppo di lavoro che, ovunque sia ubicato, a Melbourne o in un'altra città, è specializzato nello studio e nel tentare di proporre progetti e soluzioni su territori che presentano dei problemi. 



Poiché Imperia, ma anche tutta la provincia, qualche problemino qua e là lo presentano, visto che c'è stata offerta questa possibilità di avere un progetto che ci costa qualche migliaia di euro, ma che troviamo con sponsorizzazioni di associati. Noi stessi come istituzione siamo stati in grado di finanziare, così come i nostri associati per consentire il soggiorno di questo gruppo di lavoro, e abbiamo ritenuto di fare cosa utile nell'andare avanti con l'approfondimento del progetto che parte adesso.



Da diversi giorni, gli studenti sono in giro a fare i rilevamenti e, Officina Imperia continuerà, passando da Milano, poi a Melbourne e poi di nuovo a Milano, fino a fine anno. Alla fine il gruppo di studio produrrà un qualcosa che noi andremo a mettere a disposizione a quella che è la società socio-economica del territorio della provincia per vedere se ne scaturisce qualche idea positiva. Nel caso ne saremmo ben contenti".


Gli interventi saranno concentrati sulla riqualificazione dell'esistente, come spiega ancora Alberti: "Sarà difficile che il gruppo di lavoro dica che c'è da fare qualche 'cattedrale nel deserto'. A mio avviso c'è da fare un'operazione di rivalutazione dell'esistente, perché non c'è bisogno di più case, ma di sistemare, razionalizzare e dare uno scopo che sia compatibile sul territorio. Credo che dobbiamo diventare tutti convinti di seguire la stessa finalità. Loro credo che ci daranno delle linee guida per uno sviluppo omogeneo e armonico per quanto possibile. Io sono un fautore dell'idea di provare ad approfondire, poi vedremo cosa ne verrà fuori".

Il progetto è nato oltre due anni fa dall'architetto Maria Teresa Parodi, Assessore del comune di Imperia, che sfruttando l'amicizia con il professor Mauro Baracco dell'RMIT ha invitato il docente a utilizzare Imperia come caso studio. L'RMIT ha sponsorizzato il progetto finanziandolo anche in parte. Affinché poi il progetto decollasse è stata fondamentale poi è stata la sponsorizzazione di Confindustria

L'obiettivo dello studio, svolto da un team composto da ricercatori di Melbourne e di Milano, è quello studiare l'agglomerato urbano di Imperia e di individuare proposte di soluzione per alcune zone con maggiori criticità. Le proposte di progetto verranno presentati a luglio alla Biennale di Venezia. L'auspicio, come ha affermato il sindaco Carlo Capacci, è che i progetti possano concretizzarsi in opere vere e proprie tramite interventi pubblici o privati.


Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore