/ Politica

Politica | 21 marzo 2019, 19:37

Sanremo: l’impegno dei consiglieri comunali a sottoporsi al test sull’uso di sostanze stupefacenti

La proposta avanzata da Simone Baggioli di Forza Italia è stata allargata, su richiesta di Alessandro Sindoni di Sanremo al Centro, anche all’abuso di alcol e alla presentazione del certificato penale.

Sanremo: l’impegno dei consiglieri comunali a sottoporsi al test sull’uso di sostanze stupefacenti

Il consigliere comunale di Forza Italia Simone Baggioli, durante la seduta del consiglio comunale a Sanremo, è intervenuto per sensibilizzare i consiglieri a fare il test del capello per individuare l’eventuale presenza di sostanze stupefacenti. “Reputo che noi dobbiamo dare il buon esempio contro un fenomeno dilagante – ha detto – E’ infatti preoccupante l’uso di varie sostanze da parte di minorenni. E' un problema molto sentito, per il quale i titolari di molte attività hanno già attuato azioni per una sensibilizzazione dei giovani. Mi auguro che anche tutto il consiglio comunale se faccia promotore. Io mi sono già sottoposto al test, i cui risultati allego all’ordine del giorno”.

“Non si può non essere d’accordo nel condannare questa situazione, tanto più da parte di chi è chiamato ad amministrare la cosa pubblica – ha risposto Alessandro Sindoni di Sanremo al Centro – Concordiamo con la proposta, a patto però che questo esame sia effettuato a sorpresa, in luoghi precisi, e sia esteso anche all’abuso di alcol. Impegniamoci, in qualità di candidati, a produrre anche il certificato penale”.

Favorevole sia all’ordine del giorno sia alle modifiche avanzate da Sindoni, si è dichiarata Paola Arrigoni del Movimento 5 Stelle. “Sarebbe anche interessante sapere chi sia iscritto alla massoneria” ha aggiunto la capogruppo pentastellata. L’ordine del giorno è stato infine approvato.

Elisa Balestra di Forza Italia ha successivamente chiesto il ripristino dei giardini pubblici a villa del Sole e un impegno ad apporre un’opportuna segnaletica stradale per informare in tempo reale gli orari e le modalità di apertura e chiusura di coso Trento Triste.

L’assessore Barbara Biale ha poi illustrato la pratica inerente la convenzione con i Comuni che fanno parte del Consorzio Forestale di Monte Bignone “Per partecipare ai finanziamenti del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Liguria – ha spiegato - L’obiettivo finale è quello di tutelare al meglio la ricchezza ambientale del territorio e la sicurezza delle persone, come ad esempio con interventi di prevenzione incendi”.

“Questo permetterà di mettere mano al nostro entroterra con un beneficio per il territorio ed i Comuni limitrofi, come per l’antincendio con la possibilità di alimentare le vasche e tenerle sempre operative - ha detto il capogruppo del Partito Democratico Mario Robaldo – Penso però anche al ripristino delle piste tagliafuoco e alla manutenzione delle vasche già esistenti”. Parere favorevole è stato espresso anche dai consiglieri  Fabio Ormea ed Elisa Balestra. Ora la convenzione, dopo la sua approvazione del consiglio comunale di Sanremo, sarà trasmessa agli altri Comuni.

Federico Marchi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium