/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 24 aprile 2018, 23:57

Giancarlo Caselli a Riva Ligure per il 73° Anniversario della Liberazione “Finché persisterà un legame fra politica e mafia quest’ultima non sarà sconfitta” (Video)

Caselli, insieme all'ex sindaco di Genova e magistrato Adriano Sansa, ha presentato il suo ultimo libro scritto con Guido Lo Forte “La verità sul processo Andreotti”.

Giancarlo Caselli a Riva Ligure per il 73° Anniversario della Liberazione “Finché persisterà un legame fra politica e mafia quest’ultima non sarà sconfitta” (Video)

Grande partecipazione questa sera a Riva Ligure per l'incontro con il magistrato Giancarlo Caselli organizzato in occasione delle manifestazioni pensate dall'Amministrazione per il 73° Anniversario della Liberazione.

“L'anniversario della riconquista della libertà - commenta il Sindaco Giorgio Giuffra - è l'occasione per riflettere sul passato, ma anche sul presente e sull'avvenire dell’Italia. Abbiamo, nessuno escluso, la responsabilità ed il dovere di costruire per tutti un futuro di prosperità, di sicurezza e di pace. Celebrare la Festa della Liberazione - conclude - significa celebrare una festa che è un impegno: di lottare contro il terrorismo, di lottare contro l’integralismo fanatico e liberticida, di lottare contro il razzismo, perché la libertà, la dignità e la pace sono un diritto di ogni essere umano, “ovunque” nel mondo.”

Le interviste

Caselli, insieme all'ex sindaco di Genova e magistrato Adriano Sansa, ha presentato il suo ultimo libro scritto con Guido Lo Forte “La verità sul processo Andreotti”. Attraverso una meticolosa analisi dei fatti e dei personaggi che compongono il voluminoso incartamento del caso giudiziario di Giulio Andreotti, uno dei più potenti uomini politici italiani del dopoguerra, i due ex magistrati fanno riemergere un sistema di potere fondato sull’ininterrotta complicità - connivenza tra boss di primo piano delle cosche mafiose ed elementi di spicco delle classi dirigenti (uomini delle istituzioni, imprenditori, banchieri e faccendieri, protetti e sostenuti da imbonitori del circuito politico-mediatico) che ancora oggi è ben lungi dall’essere stato sconfitto e dissolto.

"Oggi la magistratura insieme alle forze dell'ordine fa quel che deve - ha detto Giancarlo Caselli - ma è questo nodo fra mafia, politica e pezzi di legalità che finché persiste la mafia non sarà sconfitta. E' sulla zona grigia e le complicità della mafia che bisogna intervenire con determinazione e non con alti e bassi come è avvenuto di solito. Con continuità e senza fermarsi, finché il discorso non sarà concluso."  

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium