/ POLITICA

In Breve

martedì 25 giugno

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 20 febbraio 2018, 17:19

Elezioni Politiche del 4 marzo: l'ingegnere sanremese Federico Sara si presenta agli elettori

Da 18 anni abita a Sanremo con la moglie Arianna, con la quale ha condiviso gli studi, e con le sue due figlie di 8 e 11 anni. Dopo essersi laureato in ingegneria civile con una tesi sperimentale in ingegneria costiera per 13 anni si è occupato di turismo nautico e di progettazione di porti per uno dei più importanti gruppi imprenditoriali privati italiani.

Elezioni Politiche del 4 marzo: l'ingegnere sanremese Federico Sara si presenta agli elettori

Ingegnere sanremese di 42 anni, per motivi legati al trasferimento della famiglia ha avuto modo di vivere e studiare a Torino, a Milano e a Roma assimilandone le diverse mentalità. Da 18 anni abita a Sanremo con la moglie Arianna, con la quale ha condiviso gli studi, e con le sue due figlie di 8 e 11 anni. Dopo essersi laureato in ingegneria civile con una tesi sperimentale in ingegneria costiera per 13 anni si è occupato di turismo nautico e di progettazione di porti per uno dei più importanti gruppi imprenditoriali privati italiani.

Terminata questa esperienza ha ripreso a studiare riuscendo a ottenere, unico tecnico in Liguria, la doppia certificazione di Consulente CasaClima e Progettista Passive House che lo ha portato all’attuale attività di progettista di edifici a consumo energetico quasi zero. Nel 2105, dopo aver superato in impegnativo percorso di selezione, è entrato a far parte del RICS (la Royal Institution of Chartered Surveyors, fondata a Londra nel 1868) che è una delle organizzazioni professionali più importanti del mondo per le qualifiche e gli standard di terreni, immobili e le costruzioni.

E’ convinto che l’edilizia nel nostro Paese sia di fronte ad un’occasione storica dovuta alla fine del ciclo di vita degli immobili costruiti nel secondo dopoguerra e che pertanto nei prossimi anni dovranno essere ristrutturati o sostituiti con altri a impatto energetico quasi zero. Per questo il suo impegno sarà creare le condizioni affinché questa opportunità diventi una realtà migliore di quella che viviamo adesso, nel rispetto degli individui e dell’ambiente.

Ha deciso di sostenere 10x perché ritiene che le persone che ne fanno parte, con le loro competenze, saranno capaci di ridare rapidamente all’Italia la prosperità che aveva raggiunto partendo da condizioni ben più difficili. Il suo motto: è ora che le speranze abbiano delle conseguenze.

Alcune proposte concrete:
- Cancellazione delle leggi fiscali che si siano rilevate gettito-depressive per lo Stato
- Diversificare la tassazione delle merci importate da Paesi che non rispettano i diritti umani, del lavoro e dell’ambiente.
- Legge sugli imballaggi, diminuzione della tassazione per le aziende che utilizzano imballaggi biodegradabili con recupero della tassazione su quelle che utilizzano quelli non biodegradabili.
- Liberalizzazione del settore previdenziale dei liberi professionisti, basta ai monopoli previdenziali.
- Edilizia: istituzione degli oneri di deurbanizzazione. Chi demolisce senza ricostruire riceverà un compenso pari alla spesa in oneri che avrebbe sostenuto se avesse realizzato quel volume.
- Edilizia: istituzione di una Banca dell’Indice di Fabbricabilità”. Per finanziare il punto precedente chi demolisce senza ricostruire può vendere il proprio indice a chi vuole costruire.

Si passa dal concetto di “Cemento Zero” a quello di “Volume Zero”.
- Edilizia: introduzione dei voucher giornalieri per pagare i lavori occasionali. I voucher dovranno assicurare al lavoratore una retribuzione oraria superiore del 20% rispetto a quella del contratto di assunzione.

C.S.E.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium