/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Scooter elettrico a 4 ruote Monrach Royale, per disabili e anziani. Possibile avere anche con copertura per la pioggia ...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | martedì 13 febbraio 2018, 14:20

Consiglio comunale di ieri, le considerazioni di Gian Franco Grosso di 'Imperia Bene Comune'

"Un Consiglio Comunale che è diventato una panzanata, una burla o, forse meglio, una vergogna!"

Gian Franco Grosso

"Il consiglio comunale di ieri, se ce ne fosse stato bisogno, ha evidenziato tutta la contraddizione esistente tra le varie forze politiche che hanno governato sino a ieri il Comune". Ad affermarlo è il consigliere di 'Imperia Bene Comune' Gian Franco Grosso che continua: "I Democratici criticano il Sindaco per i ritardi di cui loro stessi sono causa dopo 5 anni di amministrazione insipiente o esigono oggi soluzioni amministrative che dovevano risolvere loro ieri. Provano ad abbandonare l’aula e si spaccano: metà escono e metà restano, facendo mancare comunque il numero legale all’aula. In pratica non sono manco d’accordo tra di loro. Il Gruppo Imperia di Tutti Imperia per Tutti vota in consiglio in difformità di come ha votato il suo assessore in giunta. Azione Civica non sa più da che parte stare, prima in maggioranza e oggi in minoranza, come se andarsene a due mesi dalle elezioni li salvasse dal giudizio complessivo di questi 5 anni di fallimento politico-amministrativo. Il Sindaco, che può contare su 4 voti a favore, porta in consiglio una pratica delicata come quella dei rifiuti per farsela bocciare miseramente ed evidenziare la propria solitudine ormai acclarata. Il Gruppo misto è sempre più fritto misto!

Dunque un Consiglio Comunale che è diventato una panzanata, una burla o, forse meglio, una vergogna!

Purtroppo chi ci  rimette sono i cittadini, quelli che presentano le pratiche per lavorare e non se le vedono  manco discutere, quelli che pagheranno cara la gestione malsana dei rifiuti, quelli che non potranno godere a Oneglia di un mercato agricolo a chilometri zero. Il tutto solo per una irresponsabile virata politica  improvvisa da parte di quei partiti che, come il Comandante Schettino, hanno abbandonato la nave che affonda per paura di rimanere travolti.

Personalmente ritengo - conclude Grosso - di non aver mai vissuto una situazione così paradossale in un consesso istituzionale che, al contrario, dovrebbe essere un esempio di serietà e sobrietà. Rimango attonito e disgustato a guardare questo teatrino politico, nella speranza che gli Imperiesi non dimentichino coloro che a tutti i livelli li hanno traditi in questi ultimi 20 anni e si riprendano la loro dignità e la loro città da maggio in poi, puntando su chi ha dimostrato coerenza e capacità!"

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore