/ POLITICA

POLITICA | 14 dicembre 2017, 21:35

Sanremo: Dibattito Ius Soli. Berrino “No ad una sostituzione etnica”. Lanteri “Discussione strumentale”

Al termine della discussione l'ordine del giorno sullo Ius Soli, presentato da Fratelli d'Italia AN, è stato approvato con 8 voti favorevoli, 7 contrari e 4 astenuti. Robert Von Hackwitz "Sulla mia pelle ho provato un'esperienza simile".

Sanremo: Dibattito Ius Soli. Berrino “No ad una sostituzione etnica”. Lanteri “Discussione strumentale”

In apertura di consiglio comunale, l'esponente del gruppo Sanremo Attiva Robert Von Hackwitz ha inizialmente chiesto il ripristino dei servizi igienici al cimitero di valle Armea. Lo stesso consigliere di opposizione, tramite un'altra interpellanza alla quale ha risposto l'assessore Giorgio Trucco, ha poi sottolineato l'errato posizionamento dei campi luce al campo sportivo di Coldirodi, chiedendo anche chiarimenti sui costi sostenuti per il ripristino della situazione e sulle abilitazioni degli operai comunali a lavorare su piattaforme.

Luca Lombardi, capogruppo di Fratelli d'Italia AN, ha poi illustrato un'interpellanza inerente il mercatino dell'artigianato in piazza Borea d'Olmo a fine giugno. “Ero stato avvisato da cittadini che tra i banchi ci fossero attività anche non artigianali ma con esposizione di stock di abbigliamento, quindi contrario agli obblighi cui era sottoposto l'organizzatore che aveva vinto l'appalto – ha detto – A seguito di una segnalazione erano quindi anche intervenuti gli agenti della Polizia Municipale. Chiedo quindi il motivo del mancato provvedimento da parte del Comune e del mancato controllo del rispetto dei requisiti dell'appalto”.

A rispondere è stata l'assessore alle attività produttive Barbara Biale che ha confermato come il Comune abbia informato tempestivamente la Polizia Municipale dopo aver appreso alcune discrepanze, come l'utilizzo del logo in una pubblicità non autorizzata. “Da un controllo degli agenti – ha spiegato – è emersa merce non artigianale. I titolari dei banchi in questione sono stati quindi subito identificati. Il Comune ha così avviato subito un provvedimento contrario all'autorizzazione inizialmente concessa, che attualmente non è stato ancora impugnato”.

Sempre Fratelli d'Italia AN ha quindi presentato un ordine del giorno sul famoso disegno di legge conosciuto come Ius Soli “Non è sicuramente tra le priorità del Paese – ha detto Luca Lombardi – Abbiamo anche avviato una serie di raccolte firme che sono state portate a Roma per dimostrare come la tematica sia fortemente sentita negativamente dalla popolazione”.

“Ho il sospetto che questa sia un discussione strumentale e promozionale” ha detto Alessandro Lanteri del Partito Democratico che ha lamentato l'assenza nell'ordine del giorno di una serie di requisiti tecnici che invece sono contenuti nel disegno di legge “Si parla di persone già presenti ed integrate in Italia”.

“Sono contento che il Pd abbia ribadito il proprio pensiero sullo Ius Soli che molti cittadini ritengono invece profondamente ingiusto – è intervenuto Gianni Berrino di Fratelli d'Italia AN – Ricordiamoci che se vengono riconosciuti i figli di coloro che hanno il permesso di soggiorno, successivamente, attraverso il ricongiungimento con i propri famigliari, questo riconoscimento potrà essere allargato a milioni di persone. Noi siamo favorevoli a dare la cittadinanza italiana a tutti coloro che, oltre a rispettare ovviamente le nostre Leggi, rispettino la nostra cultura, la nostra tradizione e la nostra Costituzione. Diciamo quindi no ad una sostituzione etnica”.

“Il Governo nazionale sarà ricordato per aver gestito molto male il fenomeno dell'immigrazione - ha detto Simone Baggioli di Forza Italia – Dare la cittadinanza ad un figlio di stranieri ritengo sia doveroso, ma solo dopo che abbia fatto un ciclo scolastico, conosca la nostra storia me rispetti la cultura”.

“Io ho vissuto sulla mia pelle un'esperienza simile – ha detto Robert Von Hackwitz di origine tedesca – Vorrei che provaste ad essere bambini, obbligati a richiedere il permesso di soggiorno per andare a scuola, chiedere la tessera sanitaria e praticare sport. Credo che nessuno avrebbe avuto problemi a dare la cittadinanza al piccolo Robert perchè era tedesco, ma la questione attuale della contrarietà allo Ius Soli temo sia legata al colore della pelle. Sentire poi parlare di etnia mi è venuto un brivido alla schiena. Chi nasce sul territorio italiano, dovrebbe essere cittadino italiano”.

L'ordine del giorno è stato infine approvato con 8 voti favorevoli, 7 contrari e 4 astenuti.

La prima parte del consiglio comunale si è conclusa con un'interrogazione di Fratelli d'Italia AN sull'inversione del senso di marcia in via Galilei. In aula erano presenti anche alcuni abitanti della zona che hanno civilmente protestato con alcuni cartelli contro tale decisione. “Questa inversione con cancellazione di parcheggi ha già creato molte critiche – ha detto Luca Lombardi – Questo a causa di problemi sia di traffico e di sicurezza, sia di tipo economico per le attività produttive presenti. Chiediamo quindi se siano stati fatti studi su questa possibile inversione e quali costi sono previsti”.

Nella risposta l'assessore Giorgio Trucco ha sottolineato una serie di criticità rilevate nella circolazione della strada. “La sperimentazione, che durerà 60 giorni, sarà avviata solo dopo che queste criticità saranno risolte – ha detto - L'inversione porterà molti potenziali vantaggi nella semplificazione di alcune intersezioni. I parcheggi subiranno riduzioni minime, in alcune zone addirittura aumenteranno. Nessuna corsa di bus sarà eliminata, ma solo invertite nella loro percorrenza”. I costi totali dell'intervento saranno pari ad un totale di 57 mila euro.

 

Federico Marchi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium