/ POLITICA

POLITICA | martedì 20 giugno 2017, 21:03

Sanremo: il Sindaco mette alle strette il Cda di Amaie Energia "Subito professionisti per correggere la rotta ed un bando per il Direttore Generale"

“Ci sono sicuramente alcune problematiche da risolvere – ha detto al nostro giornale - ma siamo di fronte anche ad alcuni casi di inciviltà che sono davanti agli occhi di tutti. Ad Amaie Energia ce la stanno mettendo tutta ma, sicuramente un errore è stato quello di creare un organigramma ad hoc per la gestione del lavoro".

Sanremo: il Sindaco mette alle strette il Cda di Amaie Energia "Subito professionisti per correggere la rotta ed un bando per il Direttore Generale"

Il Sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, era stato chiaro già nei giorni scorsi attraverso i media con un comunicato inviato alle redazioni. Oggi, nel corso di una riunione con il Cda di Amaie Energia, è stato ancora più diretto per i problemi della raccolta differenziata.

Purtroppo la situazione è di fronte agli occhi di tutti e, anche se rimane lampante il problema dei maleducati e di chi senza senso civico non fa la raccolta differenziata, anche l’azienda partecipata deve metterci del suo per arrivare ad un buon risultato. Il primo cittadino ha decisamente messo alle strette il Cda chiedendo, da subito una serie di professionalità all’interno dell’azienda, in modo da mettere decisamente mano alle problematiche esistenti. Da tempo, inoltre, l’Amministrazione ha chiesto un direttore generale che possa coordinare con maggior attenzione il lavoro. Visto che non è ancora stato fatto, il Sindaco ha chiesto esplicitamente di far partire subito un bando per l’assunzione del direttore generale, in modo che a settembre sia già al suo posto di comando.

Oggi il Sindaco ha confermato la difficile situazione: “Ci sono sicuramente alcune problematiche da risolvere – ha detto al nostro giornale - ma siamo di fronte anche ad alcuni casi di inciviltà che sono davanti agli occhi di tutti. Ad Amaie Energia ce la stanno mettendo tutta ma, sicuramente un errore è stato quello di creare un organigramma ad hoc per la gestione del lavoro. Ci vuole un professionista del settore rifiuti per risolvere i tre singoli problemi che abbiamo di fronte: gli incivili, le utenze non domestiche e quelle domestiche”.

Al momento la percentuale di differenziata è al 55% ma serve una doppia sferzata alla raccolta dei prossimi mesi. La prima riguarda sicuramente il lavoro per evitare l’eccessiva stanzialità dei sacchetti a terra, senza dimenticare la presenza in alcune zone di topi e gabbiani che minano la pulizia. Il tutto per la stagione estiva ormai cominciata.

E, quindi, anche un occhio alla percentuale di differenziata che entro fine anno deve raggiungere quella quota del 65% che serve per evitare di pagare ulteriori sanzioni all’Unione Europea. Ora Amaie Energia è chiamata al reperimento di professionalità che possano garantire queste importanti sferzate ed alla creazione di un bando, che possa garantire quella figura di Direttore Generale, capace di guidare la ‘macchina della differenziata’.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore