/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Condizioni perfette diesel intergrale colore grigio scuro

J300 S.E. ABS immatricolato 09/2016 versione Limited Edition colori Kawasaki verde/nero km. 12.807 tutti effettuati...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | lunedì 21 novembre 2016, 18:46

Sanremo: un bando per il futuro di villa Nobel. Comune e Provincia concordano sull'apertura ai privati per la gestione

Questa mattina a Palazzo Bellevue l’incontro tra il Sindaco Biancheri e il Presidente Natta. Si cercheranno associazioni che mantengano aperta la struttura senza snaturarne l’essenza storica e culturale

Faccia a faccia questa mattina a Palazzo Bellevue tra il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri e il Presidente della Provincia di Imperia Fabio Natta.
Sul tavolo il destino di Villa Nobel e del suo giardino, proprietà della Provincia e ‘vittima’ della scarsità di fondi nel portafoglio dell’Ente.

Dal 1° luglio 2015 la Provincia non ha più la competenza in turismo e cultura, ma ha ancora la proprietà di alcune strutture, tra le quali Villa Nobel.
Due le problematiche da risolvere: la manutenzione e l’attività quotidiana. Per questo Comune e Provincia sembrano di comune accordo nell’aprire alle associazioni e ai privati per la gestione della villa.

Ovviamente si cercano associazioni che mantengano sempre vivo lo spirito culturale e storico della villa, senza snaturarne l’essenza.
Si va quindi verso un bando per l’affidamento della struttura. Bando che, però, dovrà essere istituito dalla Provincia.
Per questo motivo l’ipotesi sarà sottoposta (con i tempi necessari…) al consiglio provinciale, il quale si pronuncerà in merito.

Passerà ancora del tempo, si andrà sicuramente al prossimo anno, ma una strada all’orizzonte pare ci sia. Anche in questo caso si fa largo l’ipotesi di una attiva collaborazione tra pubblico e privato con il comune intento di dare continuità ai beni di tutti.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore