/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 29 aprile 2014, 08:39

Gigantesche balenottere comuni e maestosi capodogli a un miglio dalla costa del ponente ligure

Pochissimi giorni è stata vista una balenottera dal finestrino del treno, mentre si spostava da Imperia a Sanremo, e oggi gli skipper di Flash Vela d'Altura hanno incontrato tre diverse specie di cetacei ed una tartaruga mentre veleggiavano al largo di Bordighera.

Gigantesche balenottere comuni e maestosi capodogli a un miglio dalla costa del ponente ligure

Ancora non è arrivata l'estate, ma già piovono le segnalazioni di avvistamenti di balenottere comuni, capodogli (la balena Moby Dick) e stenelle striate a pochissima distanza dalla costa. Barbara Nani, la biologa che ha seguito le prime attività di whale watching nate in Italia, pochissimi giorni fa ha persino visto una balenottera dal finestrino del treno, mentre si spostava da Imperia a Sanremo, e oggi gli skipper di Flash Vela d'Altura hanno incontrato tre diverse specie di cetacei ed una tartaruga mentre veleggiavano al largo di Bordighera. 

"La presenza dei cetacei all'interno del Santuario Pelagos non si limita al periodo estivo e recenti studi hanno dimostrato che gran parte di loro restano nelle sue acque tutto l'anno" spiega Sabina Airoldi, responsabile delle ricerche di Tethys in Liguria. "Non devono quindi stupire i tanti avvistamenti segnalati in questi giorni. Nel caso delle gigantesche balenottere comuni succede spesso che in primavera si avvicinino fino a pochissime miglia dalla costa, probabilmente attirate dalla presenza di zooplancton che per un complesso sistema di correnti si sposta dalle aree pelagiche a quelle antistanti la costa. I capodogli invece, nutrendosi di calamari mesopelagici, frequentano assiduamente i profondi canyon che caratterizzano tutto il ponente ligure e si possono incontrare vicini alla costa durante tutto l'anno". 

Dal 5 maggio anche Tethys, che dal 1988 pattuglia le acque del ponente ligure per monitorare le popolazioni di cetacei presenti nell'area, sarà in mare a caccia di balene e delfini e anche quest'anno offre la possibilità di incontrarli e di contribuire alla loro conservazione. Daranno l'opportunità di vivere delle esperienze davvero emozionanti, perché oltre ad incontrare i cetacei si potrà contribuire alla ricerca scientifica come un vero ricercatore (Citizen Science), avvistando delfini e balene, scattando foto e raccogliendo dati per studiarne il comportamento.

La partecipazione al progetto Cetacean Sanctuary Research prevede la permanenza a bordo del motorsailer di 21 metri Pelagos di proprietà di Flash Vela d’Altura. L'imbarcazione è comoda e attrezzata con tecnologie all'avanguardia per la ricerca e lo studio dei cetacei e può ospitare fino a 11 persone per turno settimanale. Sono diverse le specie studiate, tra cui i capodogli, le balenottere comuni, le stenelle, i grampi e i globicefali. Le uscite, della durata di 7 giorni, inizieranno a partire da maggio con partenza ogni lunedì da Portosole, Sanremo. 

Studenti: gli studenti di facoltà scientifiche interessati ad acquisire esperienza nelle metodologie di raccolta dati avranno la possibilità di ottenere anche crediti formativi. Per favorire la formazione dei giovani proponiamo tariffe agevolate per gli studenti

Corsi di fotografia naturalistica: in aggiunta ai progetti/vacanza abbiamo organizzato, in collaborazione con Canon, due workshop di fotografia naturalistica, della durata di 7 giorni, a bordo del nostro motorsailer Pelagos. Si potrà scegliere fra il Marine Wildlife Basic e il Marine Wildlife Advanced e a bordo verrà messa a disposizione dei partecipanti la miglior attrezzatura Canon. 

Per iscriversi o avere informazioni Istituto di Ricerca Tethys:
tel 02-72001947 da lunedi a venerdi 9:30 - 12:30.
www.tethys.org/tethys/join-us/ ;

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium