CRONACA | lunedì 28 luglio 2014 16:21

CRONACA | mercoledì 28 marzo 2012, 15:52

Ospedaletti: crollo in via XX Settembre, il comune rinuncia a costituirsi come parte civile

Condividi |  

Nonostante l'uscita di scena del Comune di Ospedaletti, trattandosi di reato procedibile d'ufficio, il processo prosegue con prossima udienza dibattimentale fissata per il 28 novembre 2012.

Nuova udienza stamani in Tribunale a Sanremo, nel processo a carico dell'Ing. Giovanni Rolando che è comparso difeso dall'avv. Alessandro Moroni. Contro l'imputato pende una contestazione per disastro colposo, in merito al crollo di un muraglione e del cedimento a valle di una strada avvenuto ad Ospedaletti il 3 febbraio 2009. Stamani il Comune di Ospedaletti, tutelato dal Prof. Emanuele Lamberti e dall'avv. Mauro Gradi del Foro di Genova, ha rinunciato alla già formalizzata costituzione di parte civile, dando atto dell'avvenuto risarcimento.

"Un congruo risarcimento di 150mila euro, oltre all'integrale ripristino della grande struttura muraria e di Via XX Settembre con relativa strada al quale ha provveduto e sta provvedendo la ditta responsabile del crollo. - hanno spiegato i legali genovesi -  Pertanto, i 150mila euro sono riconducibili non ai danni materiali, bensì, innanzitutto, allo scompenso arrecato al sistema viario cittadino e alla ricaduta negativa sul piano turistico". Nonostante l'uscita di scena del Comune di Ospedaletti, trattandosi di reato procedibile d'ufficio, il processo prosegue con prossima udienza dibattimentale fissata per il 28 novembre 2012.

Stefano Michero

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore