• LIVE

    Varazze
    Ceriale

    1 - 2

  • Risultato finale

    Borzoli
    Albenga

    1 - 1

  • Risultato finale

    Finale
    Sestrese

    1 - 1

  • Risultato finale

    Ventimiglia
    Rivasamba

    0 - 1

  • Risultato finale

    Carlin's Boys
    Rivarolese

    5 - 2

  • Risultato finale

    Bragno
    Taggia

    1 - 1

 / FESTIVAL DI SANREMO

Che tempo fa

Cerca nel web

FESTIVAL DI SANREMO | mercoledì 15 febbraio 2012, 16:48

Festival Sanremo: la leggenda del rock Brian May (Queen) si racconta "Ecco perché sono tornato a Sanremo"

Condividi |  

Il noto chitarrista londinese duetterà assieme ad Irene Fornaciari domani nella serata 'Viva l'Italia'. Con loro anche la beniamina di Brian, Kerry Ellis

E una leggenda della chitarra rock, imitato e seguito, uno dei più conosciuti del panorama musicale internazionale. È Brian May, 63 anni, membro del celebre gruppo rock inglese dei Queen, intervenuto in sala stampa all’Ariston assieme ad Irene Fornaciari per la quale ha curato gli arrangiamenti del brano ‘Uno dei Tanti’ che sarà protagonista domani sera (giovedì 16 febbraio) nella serata ‘Viva l’Italia’. A duettare con Irene ci sarà Kerry Ellis, bniamina di Brain, molto conosciuta in Inghilterra per la sua partecipazione a vari musical, tra cui ‘We will rock you’.

“Di Sanremo ricordo molto bene le feste. Girando per la città mi sono ricordato dell’atmosfera e tutto mi risultava piacevolmente familiare. Non avrei mai immaginato che avrei fatto ritorno qui senza Freddie (Mercury, ndr)”. La sua partecipazione al festival è stato sollecitata da Zucchero: “Mi ha telefonato e mi ha chiesto se volevo cantare con sua figlia. Ma non ho accettato subito, perché sono un musicista e non un cantante, poi ho pensato a Karry e allora abbiamo trovato un accordo”. ‘I Who Have Nothing’ è un brano assolutamente straordinario con un arrangiamento unico”, ha detto riferendosi alla  canzone interpretata da Joe Sentieri nel 1961. “Sono entusiasta di collaborare con Irene, conoscerla e sentirla è stata un’esperienza straordinaria”. “Il brano lo scelto io dopo una lunga ricerca e mi ha subito stregato. La musica ancora una volta mi ha regalato un sogno”, ha aggiunto Irene Fornaciari che ha preso la parola anche per criticare l'esibizione di Celentano: "Avrebbe dovuto esibirsi all' inizio o alla fine della serata. Non mi è piaciuta la gara spezzata, avremmo dovuto esibirci senza interruzioni". E aggiunge: "Ero innamorata di Adriano Celentano. Mi piaceva molto, anche fisicamente, ora mi piace un po' meno".

E il rapporto di Brian May con la musica italiana? “Come tanti altri inglesi abbiamo un grosso debito con Pavarotti, grazie a lui abbiamo iniziato a comprendere la realtà musicale italiana che è eccellente”. Non avete mai pensato ad un sostituto di Freddie Mercury? “Non abbiamo mai cercato nessuno che lo sostituisse. Sarebbe impensabile”.

Antonella Guglielmi

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore