/ Eventi

Eventi | 08 dicembre 2023, 07:11

"Arte ai confini del sacro", inaugurazione a Diano Castello della mostra di Paolo Federico

Cultore dell'inglese Edward Lear vissuto in Riviera, sabato 9 dicembre alle 10 nel ‘Caruggiu dritu’

Una delle opere in mostra

Una delle opere in mostra

Anche una Madonna dipinta con il caffè, su tela, nella mostra che sarà inaugurata domani, sabato 9 dicembre, alle 10 a Diano Castello, nel ‘Caruggiu dritu’ e intitolata ‘Arte ai confini del sacro’. Una personale di pittura di Paolo Federico, lo stesso, cultore dell'inglese Edward Lear (uno dei più grandi illustratori di sempre) che visse e morì a Sanremo dove c'è la sua tomba. L'esposizione potrà essere visitata fino al 14 gennaio (orario 10-18).

Il pittore torna ad esporre dopo il successo della mostra di questa estate e di due anni fa. Saranno presentati dieci dipinti sacri e icone. Ecco allora la Madonna, un Cristo, una croce, la Trinità (questa in forma astratta). L'esposizione è stata organizzata dall'associazione I Colori della Gioia presieduta da Gioia Lolli con la collaborazione del comune di Diano Castello.

"Ho voluto questa mostra - spiega Giolli - sapendo che Federico è amante delle icone. Ho pensato a questo evento dedicato al sacro. Ci sono suoi quadri, oggi, anche all'interno di palazzo comunale. Ancora una volta abbiamo scelto uno dei borghi più belli d'Italia per una nostra iniziativa. Non c'era rappresentante più indicato, per il periodo in cui viviamo, di Paolo Federico".

Così il sindaco di Diano Castello Romano Damonte: "Inauguriamo con questa mostra, di un bravo pittore, che ringraziamo insieme a Gioia Lolli, la serie di manifestazioni natalizie. E che siano di buon auspicio".

Paolo Federico, 46 anni, è un tenore che scrive libri e dipinge quadri. Nato a Reggio Calabria vive a Montebello Jonico, nella medesima provincia. Ha iniziato a dipingere solo nel 2008. In precedenza avevo studiato al conservatorio Cilea di Reggio, dove si è laureato in canto lirico nel 2005.

Di Federico sarà pubblicata una monografia artistica sui suoi dipinti al caffè: "Ho iniziato con questa tecnica - racconta - da febbraio e nel frattempo ho messo insieme cinquanta quadri. E' stato l'assessore Mallamaci di Motta San Giovanni e il professor Saverio Verduci a indurmi a produrre dipinti al caffè. Una novità".

E c'è una curiosità. Paolo Federico è un cultore dell'arte di Edward Lear, il grande illustratore inglese che venne a vivere a Sanremo dove è sepolto nel cimitero monumentale e che conta un cenotafio addirittura a Westminster con re e i più grandi della storia inglese. Federico ha allestito una mostra con suoi dieci dipinti al caffè dedicata proprio a Lear nella Città metropolitana di Reggio Calabria. L'artista il 12 gennaio sarà poi a Venezia al nuovo spazio espositivo della D'E.M International Art Gallery. Questa volta in miniatura.

 

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium