/ Politica

Politica | 15 maggio 2022, 19:56

Bomba di Taggia, il ringraziamento di Regione Liguria dopo il disinnesco

Si è trattato di un'operazione che ha reso necessario lo sgombero di circa 10mila persone in un raggio di 1,5 km circa dal luogo di ritrovamento

Giovanni Toti

Giovanni Toti

“Voglio esprimere il profondo e sentito ringraziamento da parte di Regione Liguria a tutti coloro che hanno partecipato, dopo una lunga e accurata preparazione, al lavoro di disinnesco della bomba della Seconda guerra mondiale rinvenuta nel torrente Argentina, a Taggia”.

Così il presidente della Regione Liguria dopo il disinnesco dell’ordigno, operazione che ha reso necessario lo sgombero di circa 10mila persone in un raggio di 1,5 km circa dal luogo di ritrovamento.

“Vogliamo ringraziare – prosegue - la Prefettura di Imperia che ha coordinato tutte le operazioni, i Comuni che hanno allestito i Centri di accoglienza per i cittadini, dove sono stati serviti i pasti e garantita assistenza, i volontari, la Protezione civile, ma anche ovviamente le forze dell’ordine, le pubbliche assistenze che si sono occupate del trasporto di tutti coloro che avevano bisogno di questo servizio, dai malati agli ospiti delle Rsa, alla Asl che ha garantito l’assistenza nelle strutture dove sono state trasporti le persone che erano positive al Covid a domicilio, e ovviamente degli artificieri del 32° Genio Guastatori della Brigata Taurinense dell'Esercito che si sono occupati di questa operazione così complessa e delicata”.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium