/ Politica

Politica | 19 ottobre 2021, 13:44

Direttiva Bolkestein, Fratelli d’Italia: “Il Governo continua a non decidere. Così la politica lascia il posto alla burocrazia”

Dura presa di posizione dei vertici regionali sulla mancanza di una linea politica su un tema strategico per la Liguria e l’Italia

Direttiva Bolkestein, Fratelli d’Italia: “Il Governo continua a non decidere. Così la politica lascia il posto alla burocrazia”

Con una nota congiunta i responsabili regionali di Fratelli d’Italia mettono al centro del dibattito politico la mancanza di scelte chiare e decise per un settore strategico: il Governo, per bocca del Ministro Gualtieri ha più volte promesso che avrebbe fatto una scelta e preso una decisione per la sorte di imprenditori e migliaia di lavoratori, ma nella sostanza è rimasto tutto lettera morta e ad oggi siamo in attesa di una sentenza, ma “questa – commentano gli esponenti di FdI – è una sconfitta per la politica e come stiamo assistendo da tempo il governo dei migliori non esercita la politica, ma ratifica decisioni altrui e si dimostra forte con i deboli e debole con i forti. Un governo, di qualsiasi colore esso sia, ha come primo obiettivo quello di fare la volontà degli elettori che lo hanno votato, si chiama democrazia e si ha quando il potere viene esercitato dal popolo, tramite rappresentanti liberamente eletti”.

Questa è la nota congiunta:

“Per i titolari delle ‘concessioni demaniali marittime per finalità ed a scopo turistico ricreativo’ domani sarà una giornata decisiva: si celebrerà l’udienza dinanzi al Consiglio di Stato in adunanza plenaria sulla così detta direttiva Bolkestein.

Da una parte vi è la speranza che la magistratura riconosca la doverosa applicazione della Legge italiana 145/2018, che dispone legittimamente la proroga delle concessioni in essere sino al 2033.

Dall’altra parte vi è, invece, incertezza sulla posizione del Governo che, di fronte ai numerosi impegni assunti, con scadenze via via differite, ad oggi ha completamente disatteso ogni promessa, liberandosi del problema e rimettendo ogni iniziativa all’esito della decisione del Consiglio di Stato.

La questione va risolta a livello politico, prima che nei Tribunali; il Governo, anziché procrastinare, dovrebbe provvedere a tutelare tutta una categoria di imprenditori, lavoratori e fornitori che rischiano di trovarsi improvvisamente senza lavoro, vedendo vanificati i propri investimenti.

Fratelli d'Italia, da sempre a favore delle piccole imprese italiane e contro le assurde leggi volute e decise dai burocrati dell'Unione Europea, certamente continuerà a dar voce e sostenere le ragioni delle tante attività che altrimenti rischiano l'estinzione, con la conseguente perdita di migliaia di posti di lavoro.

Augusto Sartori – Responsabile regionale Fd’I dipartimento ristorazioni e locali notturni.
Costanza Bianchini – Responsabile regionale Fd’I dipartimento demanio e balneari
Raffaello Bastiani – Vice-responsabile regionale Fd’I dipartimento demanio e balneari
Daniela Colombo – Responsabile regionale Fd’I dipartimento attività turistiche

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium