/ Attualità

Attualità | 19 ottobre 2021, 12:10

Faisa-Cisal sul piede di guerra contro RT: "Stipendi in ritardo, senza accordi non potremo garantire il servizio"

"La situazione non è più sostenibile, è dal 27 agosto che 300 lavoratori non percepiscono lo stipendio".

Faisa-Cisal sul piede di guerra contro RT: "Stipendi in ritardo, senza accordi non potremo garantire il servizio"

"La situazione non è più sostenibile, è dal 27 agosto che 300 lavoratori non percepiscono lo stipendio".

E' quanto denunciato da FAISA-CISAL in merito alla situazione dei dipendenti della Riviera Trasporti. Nei prossimi giorni il sindacato incontrerà il prefetto, la direzione aziendale e la proprietà. "Chiederemo garanzie sullo stipendio e se non le avremo non saremo più in grado di garantire il servizio" - annunciano.

"Ci è stato solamente dato un acconto che varia dai 350 euro ai 500 euro in base all’anzianità di servizio ma che di certo non può soddisfare il fabbisogno dei lavoratori. - aggiungono dal sindacato - Ci teniamo a ribadire che le corse saltano per la carenza di organico che si protrae da anni, per un parco macchine vecchio e obsoleto e non per malattie da green pass". 

"Noi abbiamo stretto una convenzione con alcune farmacie del territorio per far effettuare i tamponi proprio ai lavoratori sprovvisti di vaccino. - spiegano da FAISA - CISAL - A chi ci dice che verificherà se ci sono abusi sulle malattie rispondiamo che gli abusi sono stati fatti solo nei confronti dei lavoratori, che nonostante siano senza stipendio continuano a svolgere il proprio lavoro in maniera professionale".

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium