Elezioni comune di Diano Marina

 / Economia

Economia | 02 settembre 2021, 16:35

Al via un fine settimana all'insegna del pesce Made in Liguria, Boeri: “Nonostante le difficoltà le nostre aziende hanno garantito pesce fresco sulle nostre tavole”

Doppio appuntamento con “Azzurro Pesce d’Autore” e “La Repubblica del Gusto”

Gianluca Boeri, presidente regionale di Coldiretti

Gianluca Boeri, presidente regionale di Coldiretti

Al via un fine settimana all’insegna del pesce Made in Liguria con un doppio appuntamento da venerdì 3 a domenica 5 settembre. Tornano, infatti, “Azzurro Pesce d’Autore” rassegna dell’artigianato alimentare e delle produzioni tipiche locali ad Andora e “La Repubblica del Gusto” a Noli.

Ad Andora tra laboratori, showcooking e momenti di approfondimento sarà possibile per tutti imparare a riconoscere il pescato locale in un’ottica di promozione a 360° della ricchezza del mar Ligure. A valorizzare il cosiddetto pesce povero e ad insegnare come prepararlo al meglio, sarà presente il tutor ittico Michele Cardarelli della  Soc.Coop Capo Mele, associato a Coldiretti Impresa Pesca, che, domenica 5 settembre dalle ore 17:00, attraverso attività pratica e una gustosa degustazione a base di pesce spiegherà e farà apprezzare anche il pescato meno conosciuto. 

A Noli, oltre a workshop e laboratori, la vera particolarità della manifestazione sarà la possibilità di assistere alla pesca con la storica rete detta “sciabica” e poi consumare direttamente sul posto il pescato. In particolare, sabato 4 settembre, a cura della Cooperativa L. De Ferrari, alle ore 18:30, ci sarà il laboratorio presso Loggia della Repubblica, dal titolo “Il pesce azzurro questo sconosciuto”.

“Si tratta di due eventi che vogliono far conoscere il mondo della pesca ligure a 360° focalizzando l’attenzione sul nostro pescato a miglio 0 e anche su quello meno noto, ma altrettanto prelibato – afferma la responsabile Impresa Pesca Liguria, Daniela Borriello – in quest’ottica, infatti, le nostre cooperative, associate ad Impresa Pesca Liguria, terranno dei laboratori in cui spiegheranno come riconoscere la freschezza del pesce e come valorizzarlo in cucina”.

“Le nostre imprese, nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria, hanno sempre garantito pesce fresco sulle nostre tavole - evidenziano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – rispettando stagionalità e ambiente, ed è quindi fondamentale tutelare il loro lavoro e con esso l’economia e l’occupazione territoriale. Per combattere le importazioni di prodotti ittici che non hanno le stesse garanzie di sicurezza, e ovviamente di freschezza dei nostri va controllata l’origine del pesce acquistato ed il consiglio della Coldiretti è di rivolgersi direttamente ai pescatori locali che ogni giorno portano a terra i frutti del nostro mare o di verificare sempre sul bancone l’etichetta, che per legge deve prevedere la zona di pesca, e scegliere la “zona Fao 37.1 ” se si vuole acquistare prodotto pescato nel mar Tirreno”.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium