Elezioni comune di Diano Marina

 / Politica

Politica | 26 luglio 2021, 16:58

Centrosinistra ventimigliese contrario al Cpr proposto dall'On. Di Muro "Non serve a togliere i migranti dalla città"

Il Consigliere (ed ex Sindaco) Enrico Ioculano e il collega di opposizione Massimo D'Eusebio ritengono inutile la creazione di un Centro per il rimpatrio: "C'è già a Torino"

Centrosinistra ventimigliese contrario al Cpr proposto dall'On. Di Muro "Non serve a togliere i migranti dalla città"

Centrosinistra ventimigliese decisamente contrario alla proposta dell’Onorevole Flavio Di Muro che, questa mattina ha confermato che chiederà al Ministro Lamorgese la creazione di un Cpr a Ventimiglia.

Il Consigliere regionale ed ex Sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano, pur avallando la scelta della Lega di ‘virare’ verso un centro per i migranti, non è assolutamente d’accordo: “Alla fine anche il partito di Salvini lo ha capito che serve un centro – ha detto – ma il Cpr serve a una parte minima dei profughi che sono oggi a Ventimiglia. Il 70/80% di quelli che arrivano o ha già un regolare permesso o è in attesa di riceverlo, quindi non si possono mettere in Cpr perché si commetterebbe una violazione. In questo modo ci troveremmo sempre gente per strada. Senza dimenticare, quel 20% di migranti che sono a Ventimiglia e che non ha diritto di restarci perché è scaduto il permesso o altro, puoi tranquillamente portalo a Torino. Se, invece, crei un Cpr a Ventimiglia rischi che, profughi irregolari possano essere portati nella città di confine da altre zone del Nord Ovest della penisola”.

Ioculano non le manda a dire e sostiene che la proposta di Di Muro sia totalmente da dimenticare: “Non è quella la soluzione perché i problemi veri riguardano quell’80% di persone che arriva a Ventimiglia e non sa dove andare. Gli altri li puoi già portare al Cpr di Torino. A me non sempre una soluzione adatta ma, a quanto si vede, la Lega si ‘rimangia’ anni e anni di promesse rivendicando un centro, molto diverso da quello che sarebbe funzionale, ma di fatto hanno calato la maschera”.

A rincarare la dose ci pensa il Consigliere di opposizione Massimo D’Eusebio: “Intanto nei Cpr non possono entrare i richiedenti asilo, che sono liberi sul territorio nazionale. Si tratta di rifugiati e devi dar loro la possibilità di entrare in altre strutture. E la maggior parte dei profughi che non possono essere espulsi in qualche modo, fanno richiesta d’asilo e non possono essere messi in un Cpr. Secondo me sarebbe una cosa totalmente controproducente per la città e vedrebbe al suo interno solo quelle poche persone che sono destinate al rimpatrio”.

D’Eusebio è in totale disaccordo con Di Muro per tutta una serie di motivi: “Andremo anche a raccogliere tutti gli espulsi da Genova e buona parte della Liguria per portarli a Ventimiglia. Non vedo proprio l’utilità di tutto questo e, quindi, anche le forze di polizia locali ci rimettono perché rischiano di dover fare ogni giorno accertamenti e richieste di asilo. Secondo me Di Muro non sa di cosa sta parlando e non conosce le regole dell’immigrazione in Italia. Certo che le regole si possono sempre cambiare, ma è difficile che si possa rinchiudere un richiedente asilo come un altro che deve essere rimpatriato”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium