Elezioni comune di Diano Marina

 / Politica

Politica | 19 luglio 2021, 18:29

Imperia: troppi problemi all'interno della casa di cura 'Sant'Anna', la Uil Fpl proclama lo stato di agitazione

“Una gestione approssimata e poca attenta alle esigenze di ospiti e lavoratori ci preoccupa molto – termina la Uil Fpl - così come l’assenza di un ‘Coordinatore Infermieristico’ al primo piano della Struttura, come invece richiesto dall’accreditamento regionale all’Asl".

Imperia: troppi problemi all'interno della casa di cura 'Sant'Anna', la Uil Fpl proclama lo stato di agitazione

La Uil Fpl della nostra provincia, dopo l’assemblea all’interno della casa di cura ‘Sant’Anna’ di Imperia e dopo le diverse richieste di risposta dalla cooperativa ‘Sana’, ha deciso di proclamare lo stato di agitazione di tutto il personale in servizio.

“Durante l’assemblea – evidenzia il sindacato - è infatti emersa da parte dei lavoratori, la difficoltà di continuare la propria attività lavorativa con l’attuale organizzazione, aggravata ulteriormente dall’applicazione del Fondo di Integrazione Salariale (FIS-Covid19) dal 5 aprile scorso. Abbiamo invitato più volte la cooperativa Sana a condividere i dati e le modalità di applicazione del ‘Fondo di Integrazione Salariale’, per verificarne la corretta applicazione, ma non curante della nostra richiesta, la cooperativa ha deciso di applicarlo con modalità ‘a ore’ e non a ‘intero turno lavorativo’ e soprattutto senza neanche prendere in considerazione di utilizzare le ferie e/o rol pregressi (anno 2020), ancora a disposizione dei lavoratori, come invece previsto dalla normativa stessa e senza tenere neanche in considerazione l’impatto economico che tale scelta avrebbe potuto avere sui lavoratori”.

“Le ore contrattuali dei lavoratori – prosegue il sindacato - non vengono rispettate e viene utilizzata la ‘Banca Ore’ senza alcun regolamento condiviso con i sindacati e come previsto dal CCNL Cooperative Sociali. La Società Cooperativa Sana, non fornisce (anche dietro richiesta diretta dei lavoratori), il tabulato delle timbrature dei turni effettuati dai dipendenti non permettendo così una corretta verifica delle buste paga. Cosa ancora più preoccupante è la segnalazione che il personale in servizio presso la Sant’Anna evidenzia, legato ad una carenza negli impianti elettrici e quindi alla sicurezza degli ospiti oltre che dei lavoratori”.

“Una gestione approssimata e poca attenta alle esigenze di ospiti e lavoratori ci preoccupa molto – termina la Uil Fpl - così come l’assenza di un ‘Coordinatore Infermieristico’ al primo piano della Struttura, come invece richiesto dall’accreditamento regionale all’Asl. Auspichiamo ad un celere incontro con il Prefetto, con la speranza di porre la dovuta attenzione su problematiche che riteniamo fondamentali per garantire un adeguato livello assistenziale soprattutto in considerazione del delicato momento legato alla pandemia che ancora oggi mantiene in allerta tutto il personale socio assistenziale e sanitario”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium