/ Al Direttore

Al Direttore | 29 gennaio 2021, 07:05

Sanremo: un lettore risponde a Baggioli, perchè accanirsi contro pochi cavilli e mai guardare le cose buone e fatte?

Sanremo: un lettore risponde a Baggioli, perchè accanirsi contro pochi cavilli e mai guardare le cose buone e fatte?

Un nostro lettore, Valentino Ballerini, ci ha scritto per rispondere all’intervento del Consigliere comunale di opposizione, Simone Baggioli (Forza Italia), che lamentava alcune lacune del Sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri:

“Ho letto su Sanremonews, lo scorso 22 gennaio, l’intervento del Consigliere comunale Baggioli, che definiva Sanremo una città appiattita. Perché il consigliere Baggioli espone queste riflessioni proprio adesso? Ormai il Sindaco Biancheri amministra da quasi sette anni. Perché proprio adesso che una grave emergenza sanitaria sta distruggendo l’economia mondiale? A me risulta, sfogliando proprio l’archivio di Sanremonews, che il Sindaco Biancheri sia molto presente sul territorio, oltre che essere vicino alla popolazione: non sono poche le lettere di ringraziamento e stima, da parte di tanti cittadini, pubblicate, in questi sette anni, proprio su Sanremonews. La città è piatta? Si è vero! Semplicemente perché tutte le città italiane, e non solo, sono piatte, chiuse, inattive a causa dell’emergenza sanitaria mondiale. Sarebbe sufficiente che il Sig. Baggioli navigasse nel sito internet dell’agenzia stampa Ansa, per comprendere il disastro che provoca questo virus in Italia e nel mondo. Il Consigliere puntualizza l’assenza sul territorio delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche. E’ questo il vero dramma del Comune di Sanremo? Quante auto elettriche circolano sul territorio comunale? E’ conveniente, a livello economico, installare tante colonnine per poche auto circolanti? Basti considerare che il posto macchina sotto il Comune, che sarebbe riservato alle auto elettriche, è, invece, molto spesso occupato da auto non elettriche. A tal proposito, credo, inoltre, che sia da tenere in conto che i proprietari delle auto elettriche potrebbero avere l’impianto di ricarica privato e che i turisti, che possiedono queste stesse auto, possano soggiornare in alberghi provvisti di parcheggi con punti di ricarica. Quindi, attualmente, a cosa possono servire tante colonnine in città? Il Sig. Baggioli si lamenta per la mancanza di cantieri. Ma tutti i cantieri terminati? L’auditorium Franco Alfano, la riqualificazione di Piazza Eroi, corso Mombello, via Matteotti e piazza Borea d’Olmo, il restauro della scuola Pascoli, la pista ciclabile (da dove, nel 2015, è partito il Giro d’Italia), il mercato dei fiori di valle Armea, trasformato in polo sportivo, la fortezza di Santa Tecla, trasformata in polo espositivo, con relativa riqualificazione dei giardini circostanti (adibiti prima a parcheggio), il totale restauro del mercato annonario, realizzato nei tempi stabiliti, il trasferimento del museo civico, l’adeguamento alle norme antincendio del parcheggio al Palafiori di Corso Garibaldi, l’acquedotto di San Romolo e il corrimano lungo il camminamento sul molo del porto vecchio. Dopo la crisi bellica, ciascuno dei nostri Padri Costituenti abbandonò le proprie convinzioni politiche per regalare la legge fondamentale e neutrale al popolo, ed è, a mio avviso, seguendo questo esempio, che i nostri politici dovrebbero agire, in particolar modo in questo momento così delicato per tutti, invece di persistere nella continua ed incessante ricerca del cavillo per demonizzare amministratori di un’opposta fazione politica”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium