/ Politica

Politica | 12 gennaio 2021, 12:01

Regione: mancano i medici di famiglia, Ioculano (PD) "Nessuna risposta da Toti, mancanza di rispetto verso i cittadini"

L’interrogazione ha il fine che la Giunta si attivi anche a livello nazionale per risolvere questa situazione di carenza diffusa e per elevare contestualmente il tetto dei pazienti in cura dei corsisti di medicina generale da 650 a 1000.

Enrico Ioculano

Enrico Ioculano

"Oggi non discutere l'interrogazione per la sua assenza non è una mancanza di rispetto verso l’opposizione ma verso i cittadini". Non usa mezzi termini, il Consigliere Regionale PD Enrico Ioculano di Ventimiglia di fronte alla mancata risposta all'interrogazione sui medici di famiglia presentata nel mese di dicembre, in cui ne sottolineava la grave carenza

"Non sembra un priorità per la Giunta Toti, seppur sia uno dei temi più rilevanti per i liguri. - denuncia Ioculano - Ormai da più parti - e oggi in emergenza Covid si avverte ancor più la necessità di affrontare questa problematica - si lamenta la mancanza di medici di famiglia: ciò ha portato alla proposta, non vincolante, dell’estensione dei pazienti per ogni medico da 1500 a 1800, non accolta da tutti i medici".

"Prendersi cura di così tante persone non rappresenta solo un grande sforzo per i medici ma anche minor tempo dedicato ai cittadini. Diventa così sempre più difficile, ad ogni pensionamento di un dottore, riuscire a trovare per l’utente un nuovo riferimento. È evidente che il Covid abbia stressato questa situazione già di per sé in difficoltà. - aggiunge - Purtroppo si rileva che da un lato le borse di studio previste dalla Regione per i medici di famiglia si sono rivelate insufficienti e dall’altro le zone carenti di assistenza primaria non sono sufficientemente appetibili per i medici iscritti al corso di formazione di medicina generale perché il tetto massimo di pazienti che possono prendere in carico si limita a 650".

L’interrogazione ha il fine che la Giunta si attivi anche a livello nazionale per risolvere questa situazione di carenza diffusa e per elevare contestualmente il tetto dei pazienti in cura dei corsisti di medicina generale da 650 a 1000. "Questa soluzione consentirebbe di allentare la pressione sui medici di famiglia e soprattutto risolve un annoso problema di molti cittadini liguri" - precisa.

"Attendo la risposta del Presidente Toti che dovrebbe arrivare la settimana prossima, spero in presenza. Intanto passa altro tempo, che per i liguri è quanto mai prezioso in questa situazione di emergenza sanitaria” - conclude il Consigliere Enrico Ioculano.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium