/ Attualità

Attualità | 25 ottobre 2020, 10:25

Sanremo: Targhe Custodi del Territorio al Panificio Lia di Camporosso, ad Elisa Littardi dell’azienda Caprette del Parco di Pigna ed all’agricoltore Marco Damele.

La consegna dei riconoscimenti si è svolta al Casinò di Sanremo nell’ambito dell’assemblea nazionale della CNA.

Sanremo: Targhe Custodi del Territorio al Panificio Lia di Camporosso, ad Elisa Littardi dell’azienda Caprette del Parco di Pigna ed all’agricoltore Marco Damele.

Nella giornata di ieri sul palco del Roof del Casinò di Sanremo, nell’ambito della manifestazione organizzata dalla Cna di Imperia sono state consegnate le targhe ai protagonisti liguri di attività di conservazione del paesaggio e delle sue tradizioni.

A consegnare le targhe il presidente dell’associazione Ristoranti della Tavolozza, Claudio Porchia ed il vice presidente, Giuseppe Dosio insieme al presidente e al direttore di Cna Imperia Michele Breccione e Luciano Vazzano.

Questo riconoscimento promosso dall’Associazione Ristoranti della Tavolozza viene attribuito a chi nel territorio di riferimento si è particolarmente distinto per la qualità dell’accoglienza e per la promozione e difesa delle tradizioni locali.

Il premio, inserito nel progetto ‘Custodia del territorio’ punta a riconoscere l’importanza del ruolo degli operatori del settore enogastronomico nell’opera di valorizzazione del territorio individuandoli come i protagonisti attivi di un’azione di conservazione del paesaggio e delle sue tradizioni.

La custodia rappresenta un impegno diretto a vivere il territorio in modo più consapevole e responsabile, operando una inversione di rotta rispetto alla continua erosione del territorio, non solo dei boschi e dei prati, ma anche del suolo dedicato all’agricoltura ed alla produzione di alimenti.

Un progetto, che prevede il coinvolgimento di tutti coloro che si occupano di accoglienza turistica: enti e istituzioni pubbliche, operatori privati, produttori e consorzi, guide turistiche e la comunità locale, ha un duplice obiettivo:

• estendere l'esperienza dei ristoranti, intesi come veri e propri uffici turistici, luoghi dove trovare informazioni turistiche e prodotti locali;

• sostenere tutto il sistema dell’accoglienza del territorio garantendo ai turisti uno standard di alta qualità ed adeguato, valorizzando e promuovendo i prodotti enogastronomici di eccellenza unitamente alle risorse storico-architettoniche, culturali e museali del territorio.

Il riconoscimento, “per l’attività a difesa e valorizzazione del territorio e della sua produzione agricola” è stato attribuito a Panificio Fratelli Lia di Camporosso, Marco Damele, Azienda eredi Damele e Elisa Littardi Le Caprette del Parco di Pigna.

 

“Tutti i premiati di oggi si sono particolarmente distinti e impegnati – ha spiegato il presidente dell’Associazione Ristoranti della Tavolozza, Claudio Porchia – nella difesa delle tradizioni del territorio e delle tradizioni gastronomiche. Dal 2015 quando abbiamo istituito questo premio la rete dei Custodi del territorio è cresciuta ed è diventata una comunità protagonista del settore agro-gastronomico dei territori dove operiamo come associazione culturale. Una garanzia di prodotti di eccellenza e di un’ottima accoglienza”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium