/ Attualità

Attualità | 15 luglio 2020, 17:33

Badalucco: gatti in libertà causano degrado in paese, il Sindaco emana ordinanza per regolamentare le colonie feline

L'ordinanza sarà attiva da domani. I trasgressori rischiano multe da 80 a 500 euro.

Badalucco: gatti in libertà causano degrado in paese, il Sindaco emana ordinanza per regolamentare le colonie feline

Pugno duro del Sindaco di Badalucco Matteo Orengo contro situazioni di degrado causate da un'eccessiva presenza di gatti sul territorio accuditi dai suoi compaesani. Il primo cittadino ha emanato un'ordinanza che sarà attiva partire da domani, giovedì 16 luglio, per disciplinare questa pratica.

All'attenzione del Comune sono arrivate numerose segnalazioni per quanto riguarda la mancata pulizia degli spazi pubblici, intorno ai luoghi dove viene dato da mangiare ai gatti. L'amministrazione punta a tracciare le colonie feline presenti sul territorio e a regolamentare questa pratica. Nell'ordinanza firmata dal sindaco si parla anche di necessità di individuare punti di alimentazioni distanti dall'abitato e compatibili con l'ambiente circostante in modo che non si creino problemi igienici a terzi.

Passeggiando per i carruggi di Badalucco i fatti non mancano, complice il buon cuore degli abitanti del paese. Un'ordinanza non contro gli animali o chi si prende cura di essi ma uno strumento per regolarizzare una situazione che sembra essere sfuggita di mano. "Questo Comune riconosce la libertà di ogni cittadino ad esercitare, in modo singolo od associato, le attività connesse alla cura degli animali quale mezzo per concorrere allo sviluppo delle personalità, nonché per attenuare le difficoltà espressive e di socializzazione, talvolta riscontrabili in età infantile o in tarda età. - viene premesso nel documento - Il Comune promuove la presenza nel proprio territorio delle specie animali quale elemento fondamentale e indispensabile dell'ambiente, riconoscendo loro il diritto ad un'esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche, promuovendo la disciplina e la tutela degli animali da affezione e condannando gli atti di crudeltà contro essi, i maltrattamenti ed il loro abbandono".

Il problema ruota proprio intorno alla massiccia presenza di gatti accuditi per strada, a volte anche da più persone e con un oggettivo problema in alcuni angoli del borgo dove a causa degli escrementi si registra una condizione di degrado non tollerabile. Quindi che cosa cambierà a partire da domani? Il Comune chiede che chi si occupa dei gatti in libertà, provveda a registrarli come colonia felina presso il Comune. In questo modo i felini potranno essere censiti ma soprattutto sterilizzati.

Per quanto riguarda l'alimentazione il Sindaco ha stabilito una fascia oraria unica, dalle 21 alle 23, con cibo secco e non avanzi di cucina, in quantità non superiori ai 50grammi al giorno per adulto e in luoghi appartati che non siano in comunicazione con spazi pubblici. Infine i recipienti usati per distribuire il cibo e gli avanzi, dovranno poi essere rimossi dal responsabile della colonia, entro il termine previsto. Oltre a questo il responsabile della colonia dovrà provvedere alla pulizia degli spazi pubblici e delle aree private usate dai mici.

Chi non si atterrà all'ordinanza rischia parecchio. Infatti, ai trasgressori sarà elevata una sanzione amministrativa da un minimo di 80 euro a un massimo di 500 euro.

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium