/ Attualità

Attualità | 29 giugno 2020, 18:29

Secondo weekend dopo l'apertura dei confini: alberghi e commercio stabili sui numeri della settimana precedenti

Turisti soddisfattissimi di città, servizi, ristoranti e alberghi ma puntano sempre il dito contro le autostrade: "In questa situazione non sappiamo se torneremo"

Secondo weekend dopo l'apertura dei confini: alberghi e commercio stabili sui numeri della settimana precedenti

E’ stato un altro buon weekend per gli alberghi di Sanremo e della provincia di Imperia, ovviamente tenuto conto dei problemi derivanti dal periodo post Covid-19 e per quelli di carattere infrastrutturale, legati alle lunghe code che i turisti devono sopportare sulle autostrade della nostra regione.

Le percentuali di camere occupate, infatti, è stato leggermente inferiore a quelle del weekend precedente, ma comunque soddisfacenti anche se gli albergatori stanno vivendo quasi esclusivamente di fine settimana prenotati, quasi sempre in last minute o, addirittura, in ‘last second’. Nella città dei fiori sono arrivati turisti per coprire il 70% di camere negli alberghi, salito al 90% per il sabato sera ed il 40% per la domenica.

Al momento non ci sono molti vacanzieri del medio-lungo periodo ma, quello che preoccupa di più gli albergatori, particolarmente arrabbiati per la situazione, riguarda i commenti dei turisti. “Si dimostrano sempre soddisfatti – ci ha detto il presidente sanremese di Federalberghi, Silvio Di Michele - per la città, le spiagge, i ristoranti e gli alberghi. Ma ci confermano di non voler tornare a breve o almeno fino a quando la situazione viaria cambierà”. Di Michele conferma di pensare, insieme agli altri colleghi, anche una eventuale azione contro i gestori delle autostrade o altri responsabili.

La situazione non differisce di molto anche nelle altre città della nostra provincia, sia per gli alberghi che per il settore commerciale, che hanno risentito positivamente dell’arrivo dei turisti. Al momento non ci sono importanti prenotazioni per luglio e agosto, anche se arrivano diverse richieste di informazioni su prezzi e posti eventualmente liberi.

“C’è voglia di venire al mare – ci ha confermato il presidente provinciale di Federalberghi – e siamo anche in attesa del ‘bonus vacanze’ che scatterà dal 1° luglio. Stiamo vedendo un po’ di luce ma, al momento, la possibilità di fare ‘cassetta’ rimane per i mesi di luglio e agosto. E speriamo che la stagione si allunghi a settembre”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium