/ Attualità

Attualità | 11 giugno 2020, 13:02

Ad Arma di Taggia arriva 'Bagnasciuga' la web app per prenotare un posto al sole sulle spiagge libere attrezzate

Non si potrà più entrare in spiaggia e posare il proprio asciugamano dove capita e iniziare a prendersi la tintarella. Vi spieghiamo come si andrà al mare nell'estate post lockdown.

Ad Arma di Taggia arriva 'Bagnasciuga' la web app per prenotare un posto al sole sulle spiagge libere attrezzate

Ecco Bagnasciuga la web app per prenotare un posto sulle spiagge libere di Arma di Taggia. Il sistema è stato sviluppato da ‘2 Metri Web Agency’ per conto del Comune con l'intenzione di regolamentare gli accessi alle spiagge libere: i Comunali, la Fortezza, i Bagni Ruffini, la spiaggia senza nome tra i Bagni Gemana e il Vittoria e la spiaggia dietro la darsena, dove tornerà anche la spiaggia per cani.  

La presentazione è avvenuta stamani in Municipio, alla presenza del sindaco Mario Conio, del consigliere comunale Manuel Fichera, di Graziano Poretti responsabile di "2 Metri Web Agency" e Marco Peluso, responsabile dell'ufficio Patrimonio comunale. 

L'intervista a Mario Conio

 

 


Come sarà andare in spiaggia quest’anno? Non sarà così semplice. Infatti per rispettare le misure precauzionali per il Covid-19 sono state introdotte alcuni accorgimenti da rispettare. Partiamo da un dato: i posti nella parte completamente libera delle spiagge sono diminuiti (per il 2020, la superficie è stata suddivisa così: 70% della spiaggia con le attrezzature a pagamento e 30% completamente libera).

Non si potrà più entrare e posare il proprio asciugamano dove capita. Bisognerà passare sempre dall'ingresso e chiedere di accedere alla spiaggia, mostrando un proprio documento. Sarà poi uno steward ad accompagnare la persona al posto. Esauriti quei posti il gestore non potrà più far entrare nessuno.

Per questo è nata l’esigenza di creare un sistema di prenotazioni con una web app ( che sarà accessibile entro fine giugno sul sito https://turismo.taggia.it) per facilitare il lavoro dei gestori e aiutare i bagnanti. Utilizzando 'Bagnasciuga' la persona lascerà i propri dati anagrafici e dovrà indicare anche il tempo di permanenza in spiaggia, selezionando la fascia oraria preferita (9-12 / 12.30 - 14.30 / 15-19). Il sistema fornirà ovviamente anche un riscontro sulla disponibilità e terrà in memoria i dati del richiedente per 14 giorni. Inoltre, si potranno apportare modifiche entro al massimo alle 8.30 del giorno stesso della prenotazione.

Questo sarà anche il canale preferenziale per accedere alla spiaggia libera ma non sarà l'unico modo. Infatti il Comune ha garantito la disposizione di un 30% di postazioni utilizzabili senza prenotazione, per venire incontro all'utenza meno smart. Non si potrà scegliere il posto in spiaggia, sarà il personale dello stabilimento ad assegnare la prima postazione libera disponibile.   

Ci vorranno ancora alcuni giorni prima che l'app sia operativa. il Comune sta procedendo a tracciare gli spazi autorizzati sulle libere, nel rispetto delle distanze, posizionando un reticolato di pali che indica dove la persona o il nucleo famigliare si potrà accomodare con il proprio asciugamano. Al momento solo i Bagni Comunali e i Bagni Ruffini sono aperti, sulle altre spiagge il Comune è impegnato in una vera e propria corsa contro il tempo, per cercare di pulire e rendere fruibili questi spazi.  

Oltre a questo i bagnanti all’ingresso dei due stabilimenti attualmente operativi troveranno dei cartelli informativi, tradotti in più lingue, con le misure da rispettare per evitare il diffondersi del Covid-19: mantenere le distanze (sia tra persone che tra lettini o asciugamani) ed evitare assembramenti. Per questo motivo, quest'anno sono state vietate tutte le attività ludico sportive di gruppo in spiaggia o in acqua. Quindi stop anche agli eventi. Accettate invece tutte le attività tipiche dell’estate come farsi una nuotata o giocare a racchettoni, purché si mantenga il distanziamento interpersonale.  

Misure preventive e precauzionali che si integrano con quanto già fatto dai due gestori delle spiagge libere attrezzate di Arma di Taggia. Per accogliere le persone sarà garantita la presenza di dispenser di gel igienizzante e sanificazione degli spazi comuni e delle attrezzature usate.  

Il vero nodo riguarda i controlli, tanto per il rispetto delle misure adottate quanto delle prenotazioni. Per questo motivo, l'amministrazione comunale ha assunto due vigili stagionali che saranno dedicati proprio a questo ruolo. Inoltre proprio per salvaguardare le spiagge dalla chiusura alla riapertura, il Comune ha stanziato 10mila euro, per introdurre un servizio di guardianaggio notturno sulle spiagge libere. 

Non bisogna temere, quest’anno si potrà andare in spiaggia, basterà essere un po’ più attenti e rispettare le nuove disposizioni e soprattutto prenotare. Le spiagge saranno a numero chiuso ma più sicure. Quindi chi 'prima prenota' meglio alloggia.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium