/ Attualità

Attualità | 07 aprile 2020, 20:25

Coronavirus: da venerdì via alla consegna di 2 milioni di mascherine di Regione Liguria, Giampedrone "Avere questi dispositivi non vuol dire fare quello che si vuole"

Le modalità di consegna delle mascherine di Regione Liguria saranno decise in queste ore.

Coronavirus: da venerdì via alla consegna di 2 milioni di mascherine di Regione Liguria, Giampedrone "Avere questi dispositivi non vuol dire fare quello che si vuole"

Da venerdì partirà la distribuzione di 2milioni di mascherine chirurgiche di Regione Liguria. Le modalità tuttavia rimangono ancora un rebus. In queste ore, il presidente Giovanni Toti e l'assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone, sono impegnati in una riunione per definire come dovrà avvenire la consegna di questi presidi.

LA DIRETTA DI REGIONE LIGURIA

Modalità che saranno rese pubbliche nel corso della giornata di domani. I cittadini riceveranno una busta sterile che mostrerà i loghi della Protezione Civile e di Regione Liguria, all'interno ci saranno due mascherine. Rimane da definire se a livello locale si opterà per una distribuzione domiciliare o invece si chiederà ai cittadini di andare a prendere le mascherine in luoghi dove si possano creare dei punti di distribuzione, rispettando naturalmente le regole di distanza sociale attivate con l'emergenza Coronavirus.

Il tema delle mascherine e delle misure di contrasto alla diffusione del Covid-19 si muove parallelamente con quello del trend discendente degli ospedalizzati e delle terapie intensive a livello regionale (I dati completi a questo LINK). Come ha già più volte sottolineato Toti nel corso del 'punto stampa' negli ultimi giorni, “Questo è un segno che le misure funzionano e con grande scrupolo vanno mantenute. Siamo a meno di un contagiato nuovo per un contagiato vecchio”.

“Dobbiamo definire le modalità. - rimarca Giampedrone - Stiamo ponderando i consigli che ci sono arrivati, nell'esigenza di fare, presto, bene ed essere capillari. Arriveranno 2milioni di mascherine nelle case dei cittadini liguri. Nella notte di Pasqua alcuni voli porteranno ulteriori 2milioni di mascherine chirurgiche completando il quadro della Liguria. Alla fine del percorso oltre a queste avremo anche 1milione 200mila pezzi di FFP2. Inoltre consegneremo 80mila pezzi a tutti i sindaci della Liguria”.

Attinente alla questione mascherine, anche il tema delle RSA. L'assessore regionale alla sanità Sonia Viale ha confermato di non avere al momento dati precisi su queste strutture. “C'è grande attenzione a questo anello fragile del nostro sistema sanitario nel suo complesso. Abbiamo messo all'opera strumenti per supportare gli enti gestori anche se non fanno parte integralmente degli enti pubblici. Nonostante questo li abbiamo sempre considerati facenti parte del sistema sanitario. Abbiamo fatto numerose videoconferenze per comprendere criticità”.

Criticità che come spiegato dall'assessore sarebbero state determinate dalla mancanza dei Dispositivi di Protezione Individuale. “...c'è stata difficoltà di approvvigionamento e appena c'è stata la disponibilità abbiamo coinvolto queste strutture in un percorso di distribuzione di questi presidi. Distribuiti non appena sono stati disponibili per il nostro sistema sanitario” - puntualizza Sonia Viale.

“E' stata avviata da qualche tempo una mappatura delle nostre strutture. Vorremmo già avere dei risultati. Abbiamo avviato a tappeto i test sierologici, sia su ospiti che operatori. Entro l'11 aprile arriveremo a quota 12mila e quindi a 20mila per metà aprile, raggiungendo così il numero totale per le RSA” - afferma l'assessore regionale alla sanità.

La consegna delle mascherine a partire da venerdì apre ad ulteriori considerazioni anche in vista di Pasqua. “Il nostro è un piano continuato che cercheremo di tarare appena il Paese riaprirà alcuni filoni produttivi. - prosegue Giampedrone - Avere la mascherina non vuol dire fare quello che vuole. Se ci mangiamo con cattivi comportamenti, il prossimo weekend, ci giochiamo quanto fatto di buono fatto fino ad ora. Pensate di essere in una grandissima allerta rossa, in attesa delle decisioni del Governo e del nostro comitato medico-scientifico. Fatelo anche per chi ha perso la vita e i loro famigliari. Cercheremo di portare a tutti una mascherina un gesto giusto e civico delle istituzioni al vostro fianco”.

“Gli inviti a rispettare le regole di contenimento sociale devono essere delle regole di vita da non dimenticare. Basta poco per avere gli ospedali pieni di persone che hanno bisogno di essere intubati. Non siamo ancora usciti dal tunnel” - rimarca anche l'assessore Viale.

A questo proposito il Governatore della Liguria, ha annunciato anche controlli intensificati e straordinari per il weekend di Pasqua. “...un dispiegamento straordinario di forze dell'ordine per bloccare arrivi extraregione ovvero di coloro che sconsideratamente vorrebbero venire da noi ed aprire una seconda casa. Cosa vietata per legge. - spiega Toti - I sindaci hanno la possibilità di chiudere zone per evitare ogni tentazione e la protezione civile ove possibile affiancherà la polizia municipale. I particolari saranno illustrati giovedì nel corso di un incontro con i sindaci dei capoluoghi”.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium