/ Cronaca

Cronaca | 15 gennaio 2020, 07:14

Rocchetta Nervina: "Siamo tornati alla normalità", il Sindaco Rondelli più sereno a poche ore dall'apertura del ponte

I 300 abitanti possono nuovamente transitare grazie al ponte allestito a tempo di record ed ora si guarda già avanti, perché primavera ed estate sono dietro l’angolo, per poter nuovamente accogliere senza problemi i turisti che spesso approfittando del rio Barbaira, una delle più grosse attrazioni del luogo.

Rocchetta Nervina: "Siamo tornati alla normalità", il Sindaco Rondelli più sereno a poche ore dall'apertura del ponte

“Siam fortunatamente rientrati nella normalità ed il paese sta riprendendo la vita di una volta”. Lo ha detto il Sindaco di Rocchetta Nervina, Marco Rondelli, a poche ore dalla riapertura della strada provinciale 68 della Val Nervia, a due chilometri e mezzo dal paese, che era crollata il 27 novembre scorso, a causa delle piogge incessanti degli ultimi tempi.

Appena inaugurato il ponte in paese sono stati fatti gli approvvigionamenti del gas, che stava scarseggiando ed anche la ditta che lo consegna si è organizzata con camioncini meno pesanti, per poter transitare regolarmente sul ponte appena montato. Situazione analoga per i bus per il trasporto dei passeggeri, con la Riviera Trasporti che utilizzerà mezzi più piccoli.

Situazione diversa per l’albergo-ristorante ‘Lago Bin’, che si organizzerà con un pulmino da 28 posti che, in due viaggi porterà i turisti che arriveranno sempre all’ingresso del ponte, dove i mezzi più grossi non possono transitare solo per i problemi di curvatura.

Per ora il ‘camminamento’ allestito nelle ore immediatamente successive alla frana verrà momentaneamente mantenuto, così come la scala in ferro. Anche perché la zona a ridosso della fascia dove è stato sistemato diventerà area di cantiere per costruire la ‘berlinese’ che servirà a consolidare la zona a ridosso della strada che dovrà essere ricostruita.

A Rocchetta, quindi, la vita è ripresa regolarmente. I 300 abitanti possono nuovamente transitare grazie al ponte allestito a tempo di record ed ora si guarda già avanti, perché primavera ed estate sono dietro l’angolo, per poter nuovamente accogliere senza problemi i turisti che spesso approfittando del rio Barbaira, una delle più grosse attrazioni del luogo.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium