/ Politica

Politica | 20 settembre 2019, 10:35

Scissione nel Pd, Luca Napoli non seguirà il nuovo progetto di Matteo Renzi: “Sbagliato indebolire l'unico contenitore democratico contro i populismi”

“Come tutti sanno, sono sempre stato definito un "Renziano della prima ora", uno di quelli della Leopolda del 2010, ma non seguirò Matteo Renzi”

Luca Napoli (Pd)

Luca Napoli (Pd)

Come tutti sanno, sono sempre stato definito un "Renziano della prima ora", uno di quelli della Leopolda del 2010 per intenderci (quando Matteo e Pippo immaginavano qualcosa di bellissimo ed entusiasmante per noi giovani democratici). Ho deciso però di non seguire Matteo Renzi in questa nuova avventura”.

Con queste parole Luca Napoli, storico 'dem' taggese, ha annunciato in un post su Facebook la sua intenzione di non seguire Matteo Renzi nel nuovo progetto politico 'Italia Viva'.

Scrive Napoli: “Sono stati giorni, forse mesi, difficili per Partito Democratico, ma credo che come tutte le difficoltà che ci si presentano nella vita, alla fine poi servano a farci crescere. Oggi ho 33 anni e nel 2008 ho aderito come "fondatore" a quello che sembrava un sogno. Un Partito che doveva raccogliere sotto lo stesso tetto anime diverse, ma unite da una grande idea, L'Italia di domani. Ho aderito al Partito Democratico perché credo in un'Italia europeista ed unità, eterogenea, multiculturale, accogliente, ma allo stesso tempo legata alle sue radici. Come tutti sanno, sono sempre stato definito un "Renziano della prima ora", uno di quelli della Leopolda del 2010 per intenderci (quando Matteo e Pippo immaginavano qualcosa di bellissimo ed entusiasmante per noi giovani democratici). Ho deciso però di non seguire Matteo Renzi in questa nuova avventura. Credo che in un momento storicamente importante come questo, indebolire di fatto l'unico contenitore democratico che possa contrastare populismi, sovranismi e nazionalismi, sia tatticamente una scelta sbagliata. Le nostre strade probabilmente procederanno parallele, e spero che questo nuovo soggetto politico non strizzi troppo l'occhio ai moderati e si ricordi le tante battaglie combattute fianco a fianco. Un abbraccio agli amici che cambieranno ed a coloro che resteranno”.

Pietro Zampedroni

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium