/ Attualità

Attualità | 03 luglio 2019, 07:11

Sanremo: restyling del porto vecchio, le associazioni sportive chiedono spazi per il futuro delle manifestazioni (Video)

Beppe Zaoli lo ha fatto a poche ore dal termine del campionato europeo Irc, che ha portato un numero elevatissimo di partecipanti e ad alcuni mesi dalla ‘Dragon Cup’ e dall’italiano J70 di ottobre, che prevedono numeri da capogiro.

Sanremo: restyling del porto vecchio, le associazioni sportive chiedono spazi per il futuro delle manifestazioni (Video)

Da tempo si parla del futuro del porto vecchio a Sanremo, con i progetti presentati per il restyling dello stesso, che verrebbe rivoluzionato nei prossimi anni, sia per quanto riguarda la parte a mare che per quella a terra, con il rifacimento totale della zona dei ‘baretti’ che andrebbe a coinvolgere anche la ciclabile e via Nino Bixio.

Un restyling che, ovviamente, ha fatto discutere molto, sia per le scelte fatte dai progettisti che per l’idea scelta, con i ricorsi delle altre società, che hanno presentato un loro progetto. Attualmente è presente un ricorso pendente sulla scelta fatta dall’Amministrazione comunale, al momento rinviato all’autunno ma, nel frattempo, anche le associazioni sportive che vivono il porto vecchio di Sanremo, rivendicano spazi all’interno dell’approdo, per poter svolgere le rispettive attività. Stiamo parlando dello Yacht Club e della Canottieri, con il presidente del primo sodalizio, Beppe Zaoli, che ha confermato quanto sia importante un confronto con chi sta lavorando al progetto di ristrutturazione.

Zaoli lo ha fatto a poche ore dal termine del campionato europeo Irc, che ha portato un numero elevatissimo di partecipanti e ad alcuni mesi dalla ‘Dragon Cup’ e dall’italiano J70 di ottobre, che prevedono numeri da capogiro. “Per avere questi numeri e questo livello di manifestazioni – ha detto Zaoli - dobbiamo trovare degli accordi di collaborazione perché altrimenti non si potranno più organizzare. Spero che ci sia una visione a lungo termine ed attenta su questo tipo di problematica. Sicuramente Sanremo ha bisogno di rinnovamento, ma noi abbiamo bisogno sia di una parte di spazi in acqua che a terra. Bisogna trovare una sinergia su questi termini”.

Si potrà trovare un punto di incontro tra il business dei posti barca e la necessità di spazi per la pratica sportiva? “Penso che ci sia un intento comune di tutti, perché portare gente appassionata e che spende, senza dimenticare il futuro dei nostri giovani che vanno a vela. Abbiamo equipaggi che si cimentano in regate mondiali e, quindi, anche per l’orgoglio della nostra città dobbiamo pensare allo sport dei nostri giovani”.

Il vice Sindaco ed Assessore a Turismo e Sport, Alessandro Sindoni, ha confermato che l’Amministrazione Biancheri sarà attenta a questo tipo di problema: “Il progetto depositato in Comune dovrà essere attenzionato proprio per queste dinamiche, ascoltando le persone che portano benessere e che fanno sport in questo specchio acqueo bellissimo. Passi avanti ne sono stati fatti dal proponente ma staremo attenti per fare in modo che non si rovini questo importante tessuto sociale e sportivo, formato da Yacht Club e Canottieri”.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium