/ Politica

Politica | 16 novembre 2018, 15:00

Elezioni a Sanremo: dopo le dichiarazioni di Rixi su Forza Italia, Piana (Lega) conferma appoggio a Tommasini ma ammonisce gli alleati "Quanto visto ad Imperia non si deve ripetere"

“Bisogna essere leali e chiari con gli elettori, ricordandosi soprattutto dell’espressione del territorio”.

Alessandro Piana

Alessandro Piana

“Bisogna essere leali e chiari con gli elettori, ricordandosi soprattutto dell’espressione del territorio”.

Alessandro Piana, commissario provinciale della Lega, da un lato tira un po’ le orecchie agli alleati di Forza Italia, ma è convinto anche che alle prossime amministrative di Sanremo non ci saranno problemi. E’ indubbio tuttavia che le dichiarazione di un altro importante esponente del partito del carroccio, il viceministro ligure Edoardo Rixi, abbiamo gettato qualche ombra soprattutto in vista delle elezioni matuziane (LEGGI LA NOTIZIA QUI). Al centro delle polemiche una frase dai toni forti: “Forza Italia è un partito allo sbando, non sono più alleati affidabili e non credo che ci siano più elementi per andare insieme alle elezioni, a partire dalle prossime amministrative in Liguria. Abbiano il coraggio di andare con il PD, visto che hanno la stessa linea politica: con noi della Lega mai più”.

Per Piana c’è una chiave di lettura: “Non c’è nessuna ombra. A Sanremo, Sergio Tommasini è il candidato sindaco che fa riferimento al governo regionale. Questa è la persona che abbiamo scelto di condividere noi, così come Forza Italia ed il presidente Giovanni Toti. Credo che a livello locale ci si debba smarcare da gente riconducibile ad un certo partito ma che ha fatto scelte diverse. Prima di tutto bisogna essere chiari con gli elettori”.

Tra poco meno di 24 ore proprio a Sanremo ci sarà la presentazione dell’alleanza di centrodestra a sostegno della candidatura a sindaco di Sergio Tommasini che vede alleati Lega e Forza Italia (oltre a Fratelli d'Italia ndr). Noi crediamo in Tommasini. - commenta Piana - Faremo la nostra lista portando persone capaci. Sarà la migliore possibile e confermo che il candidato sindaco è lui. Quello che chiediamo è soltanto un po’ di chiarezza. Non si può litigare e poi vedersi e far finta di essere amici ed andare a cena tutti insieme. La situazione vista con le elezioni ad Imperia non si deve più ripetere”.

E’ palese che ci sia un problema a livello nazionale tra Lega e Forza Italia. Ieri in aula il Decreto per Genova ha creato una spaccatura tra il partito di Matteo Salvini e quello di Silvio Berlusconi con gli esponenti di quest’ultimo che hanno votato contro. A livello locale non è un mistero che tra le fila del partito del carroccio ci sia più di qualche preoccupazione non tanto interna quanto rivolta agli alleati di Forza Italia ed alle possibili correnti. Dalla Lega si guarda ancora al risultato di Imperia che ha visto il trionfo del sindaco Claudio Scajola con un centrodestra che non è stato in grado di dare una espressione coesa e compatta sufficiente sul candidato Luca Lanteri.

Analizzando i numeri a livello nazionale la Lega sta guadagnando sempre più consensi questo come influisce a livello locale? “Anche se siamo trainanti non andremo per conto nostro. Noi ci siamo allineati alla leadership. I numeri ci sono ma non li gridiamo ai quattro venti per spaventare gli alleati. - replica il commissario provinciale della Lega - A livello locale gradiremmo più chiarezza anche se non penso che ci saranno problemi per le amministrative di Sanremo. Posso pensare che Edoardo (Rixi ndr) si riferisse a chi ad Imperia è stato eletto grazie a voti della Lega e continua ad avere posizioni contrastanti con il territorio. Ci si dovrebbe ricordare un po’ di più del territorio  e quindi dell’elettorato che si è espresso. Questo principio vale per tutti anche per gli esponenti del PD che dovrebbero essere un po’ più grati al territorio e meno ai vertici nazionali”.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium