/ EVENTI

EVENTI | martedì 27 ottobre 2015, 14:13

A Sanremo un gemellaggio unico, primo assoluto fra associazioni a sostegno delle donne con tumore al seno

Alla presenza dell’Assessore Regionale Sonia Viale, La Rinascita LILT (Sanremo) e Cuore di Donna (Bergamo) suggellano un evento unico su tutto il territorio nazionale: un esempio di come la paura si trasformi in coraggio con un gemellaggio che è scambio e potenziamento dei servizi a largo raggio a tutto vantaggio della donna

A Sanremo un gemellaggio unico, primo assoluto fra associazioni a sostegno delle donne con tumore al seno

“Non c’è niente di più bello di un cuore di donna che rinasce”. Sono stati in tanti a pensarlo sabato pomeriggio al Casinò di Sanremo, alla presentazione, con l’Assessore Regionale alla Sanità Sonia Viale a suggellare il momento, del gemellaggio fra due associazioni di donne: obiettivo condiviso da La Rinascita LILT e Cuore di Donna è offrire sostegno a chi si trova ad affrontare un percorso come quello della scoperta e della cura del tumore.

Un momento non solo emotivamente molto toccante ma anche strategicamente perché rappresenta in assoluto il primo scambio di rete – a livello italiano - fra Associazioni di regioni diverse coinvolte nelle rispettive Breast Unit. Le Breast Unit sono il nuovo orizzonte nel trattamento della patologia mammaria, dalla diagnosi alla cura alla riabilitazione, con un modello di percorso integrato multidisciplinare ospedaliero in cui convergono professionisti per consentire una presa in carico completa delle pazienti con carcinoma mammario, anche in considerazione dell’incidenza epidemiologica estremamente elevata della malattia. Le associazioni di donne fanno parte di questo nuovo sistema di intendere la cura. La Rinascita LILT nasce da quel Coraggiosamente Donna che già per una quindicina d’anni è stato un importantissimo punto di riferimento in LILT per le donne operate di tumore al seno in provincia d’Imperia.

Sabato grazie alla volontà, all’impegno e alla capacità del suo referente, Deliana Misale, la paura provata qualche anno fa alla notizia di avere, giovanissima, un tumore al seno, è stata elaborata e trasfigurata ed è diventata la forza di fare la differenza. Raccoglie oggi i suoi frutti dando vita a una rete nazionale di sinergie che sta davvero contribuendo a una svolta radicale nella modalità di accompagnare la paziente con tumore al seno.

“Quello di sabato è un successo per tutte le donne – ha stigmatizzato il Consigliere LILT Maria Teresa Dondi –. E’ l’inizio di un percorso che ha tappe ancora importanti da perseguire ma che è iniziato con la spinta giusta. Ascoltando l’Assessore Sonia Viale dire <<Sono io a dover imparare da Deliana>> mi sono sentita orgogliosa delle persone intorno a me. Myriam, Loredana, Deliana hanno dato voce ad una bella realtà possibile; nelle loro presentazioni di quanto sono riuscite a creare non ho trovato traccia di alcun protagonismo, non rammarico o sterile lamento di quanto la malattia aveva loro fatto vivere ma la consapevole realtà che esistono modi diversi di piegare il brutto male -così una volta si denominava il cancro senza neppure avere il coraggio di chiamarlo col suo nome- e vincerlo o almeno affrontarlo con la forza del sostegno di chi ci è già passato e tende una mano per fare insieme un pezzo di strada”.

Il gemellaggio con scambio di targhe di sabato è un evento pilota, il suggellarsi di una sinergia a vantaggio di tutte le donne, con in più l’orgoglio d’essere i primi in Italia nel muovere quest’importante passo.

Sul palco oltre ai relatori di "BENESSERE E': mangiar giusto e muoversi con gusto", manifestazione nel cui ambito c’è stata la presentazione, le due rappresentanti delle associazioni La Rinascita LILT e l’Associazione Cuore di Donna, rispettivamente Deliana Misale (Consigliere di Europa Donna Italia) e Myriam Pesenti. Presente anche il Vice Presidente di Cuore di Donna, Loredana Pau, anch’essa Consigliere di Europa Donna Italia.

“Credo che nella vita di ognuno di noi esistano momenti unici, irripetibili, che bisogna avere la fortuna di saper riconoscere – ha chiosato Deliana Misale – per poterli assaporare, vivere e custodire nella propria memoria. Sabato è stato questo. Un momento importante che segna una nuova forza nella consapevolezza che veramente unite si può. L'inizio di un nuovo cammino fatto di donne che prendendosi per mano hanno deciso di non aver paura di osare insieme”. 

Lo scambio di competenze e collaborazioni si è già concretizzata nel mese d’ottobre: giovani associate di Cuore di Donna della Val Bormida, nell’entroterra savonese, sono state accolte da La Rinascita LILT ed hanno potuto, nella sede LILT a Sanremo, usufruire in due mattine a loro dedicate delle visite di prevenzione del tumore al seno.

Nella galleria fotografica di www.legatumorisanremo.it e in allegato gli scatti dell’evento.

La Rinascita e Cuore di Donna sono due gruppi di donne che si battono per le donne.

Cuore di Donna ha la sede centrale a Casazza (BG) e opera sul territorio nazionale in Lazio, Veneto, Lombardia, Liguria. Nasce nel 2012 dopo quasi tre anni di lavoro svolto attraverso il “Cuore di Donna”, composto da donne operate di tumore che si “incontrano” sul social network facebook durante la loro personale scalata verso la guarigione, condividendo “l’esperienza” di un percorso così particolare e difficile, convinte che la condivisione sia parte essenziale del percorso stesso, in quanto aiuta a rimuovere le paure e a farti sentire meno sola.

Il gruppo La Rinascita LILT nasce nel 2013 da Coraggiosamente Donna che per una quindicina d’anni è stato un importantissimo punto di riferimento per le donne operate di tumore al seno in provincia d’Imperia, supportandole dal momento in cui scoprivano di doversi sottoporre all’intervento fino al momento in cui, concluse le terapie, si reinserivano nella quotidianità della loro vita familiare e lavorativa.

La referente coordinatrice prende contatto con la paziente subito dopo la diagnosi, l’aiuta a risolvere i problemi pratici, burocratici e organizzativi legati all’intervento, in perfetta sinergia con lo staff della Senologia Clinica inserendosi nel “Percorso Donna”, che ha come obiettivo il supporto, l’incoraggiamento e un’iniezione di fiducia nei confronti del ritorno alla quotidianità, con un’ottima qualità di vita anche dopo un percorso sicuramente non facile.

La Rinascita LILT collabora anche con il Progetto Peonia dell’Oncologia Medica dell’ASL, con il Consigliere di Parità della Provincia di Imperia, con “Attive come Prima” di Ada Burrone e con Europa Donna Italia che rappresenta i diritti delle donne operate al seno presso le istituzioni pubbliche ed è interlocutore del Ministero della Salute per quanto riguarda il conferimento della certificazione delle Breast Unit.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore