/ Attualità

Attualità | 11 settembre 2019, 18:58

Taggia: l'ingresso della scuola Soleri imbiancato grazie al Club della Piuma, "I bambini sono il nostro futuro"

Il club della piuma riunisce tanti appassionati di caccia e da diversi anni è operativo sul territorio con iniziative di aiuto per la comunità. Una decina di volontari, soci del club, ha risposto ad una richiesta arrivata da alcune maestre.

Per l'inizio del nuovo anno scolastico, nei giorni scorsi, il Club della Piuma ha fatto un regalo ai bambini della scuola G.B. Soleri di Taggia. L’ingresso dell’edificio scolastico è stato completamente imbiancato e riportato a nuovo.

Il club della piuma riunisce tanti appassionati di caccia e da diversi anni è operativo sul territorio con iniziative di aiuto per la comunità. Una decina di volontari, soci del club, ha risposto ad una richiesta arrivata da alcune maestre. “C’è stato chiesto se potevamo dare una rinfrescata all’entrata della scuola che come sappiamo è stata interessata da importanti lavori di messa in sicurezza per l’antisismica e non solo. Sono andato a fare un sopralluogo ed effettivamente c’era bisogno” - racconta Fortunato Battaglia, consigliere comunale ma qui in veste di presidente del club tabiese.

Come è nata l’idea di questa iniziativa? “Dopo che abbiamo ricevuto la richiesta ho riunito gli appartenenti al club, gli ho parlato di questa situazione e gli ho chiesto se fossero d’accordo ad intervenire. Tutti si sono resi disponibili per aiutare i bambini. L’abbiamo fatto perchè c’è venuto spontaneo. Il primo giorno di scuola te lo ricordi per tutta la vita. Quindi perchè non farglielo vivere in un ambiente più pulito e bello? - si chiede Battaglia - I bambini sono importantissimi e sono il nostro futuro. Noi oggi ci prendiamo cura di loro ma saranno loro a prendersi cura di noi tra qualche anno”.

Il club della piuma ha dimostrato sensibilità nei confronti dei bambini grazie all’azione educativa fatta attraverso le visite guidate alla voliera Albareto. “Sì è corretto. Siamo presenti da tanti anni ma non amiamo comparire. Preferiamo far del bene silenziosamente. Penso che ognuno degli appartenenti al club che si impegna in queste iniziative, tolga del tempo alla famiglia ed ogni istante tolto è perso. Ad esempio, io ringrazio mia moglie ed i miei figli che mi sopportano e supportano in queste iniziative che levano del tempo a loro. Quindi, ci tengo, oggi a ringraziare questi volontari, cacciatori e membri del club per l’impegno che hanno voluto mettere a disposizione per il bene della comunità” - conclude Battaglia. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium