/ POLITICA

In Breve

lunedì 10 dicembre
domenica 09 dicembre

POLITICA | lunedì 12 novembre 2018, 18:31

Ventimiglia: approvato il progetto definitivo per l’abbattimento delle barriere architettoniche presenti sulla viabilità urbana, previsti interventi sui marciapiedi cittadini e all’ex Tribunale

L’Amministrazione prosegue l’implementazione dei percorsi pedonali cittadini fruibili da soggetti diversamente abili, attraverso interventi sui marciapiedi volti ad eliminare, nel limite dei fondi a sua disposizione, parte delle barriere architettoniche ancora presenti.

Ventimiglia: approvato il progetto definitivo per l’abbattimento delle barriere architettoniche presenti sulla viabilità urbana, previsti interventi sui marciapiedi cittadini e all’ex Tribunale

La Giunta comunale di Ventimiglia approva il progetto definito relativo ai lavori di manutenzione straordinaria dei percorsi pedonali con l’abbattimento delle barriere architettoniche presenti sulla viabilità urbana. L’Amministrazione prosegue l’implementazione dei percorsi pedonali cittadini fruibili da soggetti diversamente abili, attraverso interventi sui marciapiedi volti ad eliminare, nel limite dei fondi a sua disposizione, parte delle barriere architettoniche ancora presenti. 

Gli interventi di manutenzione straordinaria riguarderanno principalmente, e per un impegno di spesa pari a circa 35 mila euro, l’accesso agli Uffici Comunali dell’ex Tribunale, nonché la realizzazione di nuove rampe sui vari attraversamenti pedonali, per un totale di dodici. Problematiche individuate sulla base di segnalazioni fornite dai tecnici del Comune, dal comitato P.E.B.A., nonché dall’associazione ‘Albintimilium’. 

Per quanto riguarda l’accesso agli uffici dell’ex Tribunale, l’intervento prevede il rialzamento del marciapiede fino ad arrivare alla quota dell’ingresso, questo con l’eliminazione del gradino esistente. E’ prevista la posa di pavimentazione loges al fine di segnalare l’accesso agli uffici e il vicino attraversamento pedonale. Verrà posta una ringhiera tra marciapiede e sede stradale, questo si rende necessario anche perché a seguito dell’intervento il dislivello tra marciapiede e sede stradale sarà più elevato.

Relativamente alla realizzazione di nuove rampe sui vari attraversamenti pedonali, invece, sono stati individuati 12 luoghi dove si rende necessario l’abbattimento di barriere architettoniche o il miglioramento di lavori già eseguiti.  

A seconda della necessità, determinata soprattutto da spazi e pendenze riscontrate, sono state scelte due tipologie di intervento: la prima prevede l’uso di elementi prefabbricati, scelta preferibile, quando possibile, perché permette una posa più rapida e con minor margine di errore. Il colore delle rampe prefabbricate, distaccandosi da quello del percorso in mattonelle rosse, ne permette inoltre una più facile individuazione da parte di persone ipovedenti. L’altra soluzione adottata è quella classica che prevede la realizzazione delle rampe attraverso un uso accorto delle mattonelle che formano la pavimentazione fino a formare le pendenze necessarie.

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore