/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Condizioni perfette diesel intergrale colore grigio scuro

J300 S.E. ABS immatricolato 09/2016 versione Limited Edition colori Kawasaki verde/nero km. 12.807 tutti effettuati...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | mercoledì 22 novembre 2017, 18:31

Imperia: sicurezza e agibilità al porto turistico. Vertice tra Comune, Go Imperia e Capitaneria per l'avvio dei lavori

Una serie di interventi che riguardano la realizzazione di una strada d’accesso che non interferisca con i cantieri e il collegamento alla rete fognaria, necessaria per la piena agibilità dei capannoni e dei vani commerciali, che potrebbero partire a breve

Sicurezza e agibilità al porto turistico di Imperia. Questo il tema dell’incontro di oggi in Comune, a cui hanno preso parte, per palazzo civico, il vice Sindaco e Assessore ai porti Giuseppe Zagarella e i dirigenti Alessandro Croce (Ambiente e Lavori Pubblici) e Giuseppe Enrico (Porti), il presidente di Go Imperia Roberto Balbo e la Capitaneria di Porto.

Una serie di interventi che riguardano la realizzazione di una strada d’accesso che non interferisca con i cantieri e il collegamento alla rete fognaria, necessaria per la piena agibilità dei capannoni e dei vani commerciali, che potrebbero partire a breve.

“Abbiamo proseguito questa mattina una serie di riunioni – spiega Balbo - che avevamo già iniziato nelle settimane scorse in merito ad alcuni lavori che dovranno essere predisposti e svolti nell’ambito del porto di Imperia. In particolare i lavori di realizzazione della viabilità di accesso e del collettamento fognario del porto alla rete fognaria cittadina. Abbiamo cercato di individuare quali siano i percorsi alternativi per poter realizzare questi importanti interventi. La riunione è terminata con un aggiornamento in merito all’individuazione delle possibilità che potranno essere praticate per la realizzazione”. “Queste riunioni – commenta Zagarella - dovranno portare a degli esiti operativi nel giro del più breve tempo possibile. L’amministrazione comunale ha individuato, di concerto con la Go Imperia, già da tempo questi interventi come prioritari. Quindi, l’eliminazione delle interferenze con i cantieri per l’accesso della strada carraia, l’eliminazione, anche per quanto riguarda l’interferenza, dell’accesso pedonale al porto, sempre con l’area della cantieristica, quindi per eliminare alla radice rischi, sia per i pedoni che per vetture e lavoratori, e l’eliminazione di quello che è un vulnus da sempre presente all’interno del bacino portuale, cioè la impossibilità di poter arrivare alla piena agibilità di tutti i corpi dei vani commerciali, dei capannoni artigianali, dei corpi dello Stato, per la mancanza di un collegamento alla rete fognaria. Finalmente oggi, attraverso questa serie di incontri fortemente operativi, voluti dall’amministrazione di concerto con la Capitaneria di Porto, stiamo passo passo avvicinandoci alla messa in esercizio di opere di cantiere, per le quali abbiamo operato dei finanziamenti diretti come amministrazione attraverso l’escussione delle fideiussioni fatte in allora rispetto alla Porto di Imperia e con le quali abbiamo finanziato la società”.

“Purtroppo – continua Zagarella – i tempi non sono mai quelli che il cittadino desidererebbe, molto spesso neanche quelli che l’amministrazione desidererebbe, ma ci si scontra, giustamente anche, con leggi, regolamenti e norme che sono a tutela della trasparenza e della piena regolarità di tutti, che a volte comportano tempi un po’ più lunghi rispetto a quello che desidereremmo fare. Non si fanno le cose con uno schiocco di dita, ma con un sacco di impegni e sono sicuro che questa cosa nel giro di breve potremo finalmente vederla partire. Io mi spingo anche a delle previsioni, secondo me nei primi mesi del 2018 vedremo finalmente cominciare, prima degli interventi di esami delle famose terre sulle quali era stato identificato un inquinamento puntuale, quindi per poter capire se vi sono veramente delle condizioni di rischio dal punto di vista ambientale, e poi successivamente, sempre nei primi mesi dell’anno, l’auspicio di poter godere per la prossima bella stagione di un accesso, sia pedonale che carraio più all’onore del mondo rispetto a quello che oggi i nostri concittadini vedono in quella zona del bacino portuale turistico di Porto Maurizio”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore