/ FESTIVAL DI SANREMO

FESTIVAL DI SANREMO | 23 gennaio 2017, 09:12

Sanremo 2017: una canzone per Amatrice, "Uniti si può" scritta da tre autori toscani

"Le scosse sono arrivate fino alle nostre coscienze, interrogandoci su quale potesse essere il nostro contributo per alleviare le sofferenze di tanti nostri connazionali"

Sanremo 2017: una canzone per Amatrice, "Uniti si può" scritta da tre autori toscani

Tre Autori toscani Fabrizio Venturi, Marco Iardella, Fulvio Vasarri scrivono questo bellissimo testo, diventa una canzone fondamentale per ricominciare da quello che è stato distrutto, ma insieme alla Musica si cerca di portare oltre ai sorrisi anche quel gesto di solidarietà per rialzarsi. Ecco perché gli Autori, oltre a loro, chiamano a cantarla ed interpretarla Amici e cantanti sotto il giglio fiorentino da: Rodolfo Banchelli, Riccardo Azzurri, Deborah Castellucci e suonano nel brano Maurizio Solieri (chitarra elettrica solista), Edoardo Daidone (chitarra elettrica power), Bruno Scantamburlo (chitarra acustica), Alberto Gamannossi (chitarra 12 corde), Marco Iardella (piano e tastiere), Fulvio Vasarri, Fabrizio Venturi (piano), Luca Cantasano (basso), Roberto Bichi (batteria).

Venturi, Banchelli, Azzurri, Vasarri e Castellucci ci dicono che UNITI SI PUO’, è una canzone che vuole essere recipiente di diritti d’autore e proventi vendite da devolvere per la ricostruzione delle zone colpite dal terremoto, che ha abbattuto case, edifici e persone. Le scosse sono arrivate fino alle nostre coscienze, interrogandoci su quale potesse essere il nostro contributo per alleviare le sofferenze di tanti nostri connazionali.

Radio l’Aquila 1 RL1, è nominata dagli autori della canzone, mano donante nei confronti dei Comuni beneficiari, della donazione dei proventi discografici e royalties vendite scaturiti dal progetto.


C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium