/ Cronaca

Cronaca | 29 maggio 2024, 19:41

Sospensione maxi bollette di Rivieracqua, "no" di Scajola alla richiesta dei sindacati

Deciso un tavolo di confronto con le associazioni dei consumatori

Sospensione maxi bollette di Rivieracqua, "no" di Scajola alla richiesta dei sindacati

Oggi pomeriggio le organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL hanno incontrato presso la Provincia di Imperia il Commissario dell' ATO Idrico Ovest Claudio Scajola, i sub commissari Cecilia Brescitelli e Adriano Musitelli e i vertici di Rivieracqua.

"A seguito della nostra richiesta di sospendere la bolletta contenente gli aumenti retroattivi e conguaglio per il biennio 2022/2023 fino alla sentenza del Tar a seguito del ricorso di Confesercenti e di revocare da parte dell'azienda l'addebito bancario/postale per tali bollette - comunicano Tiziano Tomatis segretario generale Cgil, Antonietta Pistocco responsabile Cisl Imperia, Mino Vernazza Uil Liguria - ci è stato risposto che non si può attendere la data della prima udienza fissata per il 10 luglio, ma che verranno comunque sospese le scadenze delle bollette e ridistribuiti gli importi in sei rate per quelle superiori ai 200 euro , mentre per quelle inferiori andrà fatta domanda di rateizzazione". 

"Abbiamo anche chiesto che per gli importi inferiori  ai 200 euro  la possibilità di concordare un pian di rateizzazione con l' azienda. Chi usufruisce del bonus sociale avrà la scadenza della bolletta spostata al 31 luglio 2024 in modo da ricevere prima il bonus", sottolineano i sindacati.

"Abbiamo chiesto l'analisi e la verifica delle bollette che presentano anomalie ed evidenti importi ingiustificati (perdite occulte, contatori troppo vecchi e "impazziti", attribuzione errata di contatore, aumenti richiesti dal 2021, cittadini residenti che figurano come non residenti...) con le associazioni dei consumatori e l'istituzione di un tavolo permanente di confronto con le associazioni per informare i cittadini sulle politiche di gestione dell'acqua, promuoverne un consumo critico, consapevole  sostenibile e socialmente solidale e favorire la risoluzione extra-giudiziale di controversie insorte tra l'azienda e gli utenti".

"Su questi ultimi punti l'azienda e il commissario hanno  concordato che giovedì 6 giugno si attiverà un tavolo con le associazioni dei consumatori presso la sede di Rivieracqua", concludono i rappresentanti della Triplice.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium