/ Attualità

Attualità | 20 gennaio 2023, 17:06

Bordighera: progetto del lungomare Argentina, 'Italia nostra' aveva chiesto l'intervento del Ministero

"Con il suo parere negativo sul progetto ci ha dato pienamente ragione nella sua conclusione"

Bordighera: progetto del lungomare Argentina, 'Italia nostra' aveva chiesto l'intervento del Ministero

La sezione del Ponente Ligure di ‘Italia Nostra’, dopo avere richiesto gli atti relativi al progetto di riqualificazione del lungomare Argentina di Bordighera, ha presentato nel dicembre scorso una memoria al Ministero dell'Agricoltura.

Nella missiva ha sollevato una serie di obiezioni di merito riguardo alla tutela e salvaguardia delle ‘Araucarie’, dichiarate complesso monumentale per rarità botanica e bellezza paesaggistica. Gli argomenti evidenziati nella richiesta di verifica di ‘Italia Nostra’ sono stati: la mancanza della necessaria (e prevista per legge) autorizzazione ministeriale ed il rispetto delle Linee guida per la cura e salvaguardia degli alberi monumentali in ambito di progettazione, la previsione di lavori entro la zona di protezione delle Araucarie, la modifica dell'area verde e a giardini, l'allargamento della superficie calpestabile, l'opera di scavo necessaria, l'eliminazione di altre piante nel complesso verde. Sono state inoltre segnalate come insufficienti le precauzioni attivate finora, in un quadro generale estremamente impattante per l'area monumentale.

Dopo il susseguente dibattito consiliare, il Comune di Bordighera ha precauzionalmente presentato formale richiesta al Ministero il 16 dicembre scorso. “Nello spirito di condivisione che ci ha mossi – evidenzia ‘Italia nostra’ - il 21 dicembre abbiamo inviato al Comune la nostra documentazione completa per l'inoltro a tutti i Consiglieri comunali. L’abbiamo inviata anche il 2 gennaio, a quanto risulta senza esito. L'obiettivo era la migliore comprensione delle nostre argomentazioni, anche per allertare tutti gli Amministratori rispetto ad eventuali e possibili danni in corso d'opera, avvicinandosi il momento dell'appalto dei lavori”.

“Il Ministero – prosegue l’associazione - con il suo parere negativo sul progetto ci ha dato pienamente ragione nella sua conclusione: così come redatto il progetto non tutela le Araucarie, tra i simboli del patrimonio botanico della città, a partire dalla mancanza dell'obbligatorio parere preventivo e vincolante della Direzione ministeriale riguardo ad interventi che interessino le chiome e/o gli apparati radicali di alberature monumentali, fattispecie di cui si tratta nel progetto. Il nostro intervento è stato mosso da una precisa e responsabile attenzione al bene pubblico, alla salvaguardia del patrimonio storico e botanico della città e al rispetto delle leggi di tutela, non certo da una sterile polemica politica che non ci interessa”.

“Purtroppo – termina ‘Italia nostra’ - la carenza di studio puntuale sugli alberi monumentali, la sottovalutazione generale della loro rilevanza e dell'impatto prodotto dalle scelte progettuali operate ha portato alla situazione attuale, nonostante le reiterate ed esplicite richieste di approfondimento avanzate da più fronti all'Amministrazione Comunale. A nome di molti cittadini di Bordighera ribadiamo la necessità di un'opera di sistemazione del Lungomare, senza però comprometterne le caratteristiche storiche ed ambientali, considerato l'alto valore botanico del patrimonio verde interessato e la storicità del luogo”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium