/ Attualità

Attualità | 03 dicembre 2022, 14:11

40 anni d'Istituto Alberghiero, festeggiato traguardo accompagnato dall'apertura alle donne del Convitto (foto e video)

Un momento doppiamente importante per l’istruzione, la formazione e la parità di genere.

40 anni d'Istituto Alberghiero, festeggiato traguardo accompagnato dall'apertura alle donne del Convitto (foto e video)

40 anni di Istituto Alberghiero ad Arma di Taggia e un traguardo per l’istituto Ruffini Aicardi: l’apertura del convitto alle donne. Un momento doppiamente importante per l’istruzione, la formazione e la parità di genere. 

Una giornata di festa per l’istituto scolastico, salutata dalla preside Maria Grazia Blanco e numerose autorità. Per l’occasione sono intervenuti: il senatore Gianni Berrino, il vicepresidente di Regione Liguria Alessandro Piana, l’assessore regionale Marco Scajola, la consigliera regionale Laura Amoretti, il sindaco di Taggia e consigliere provinciale Mario Conio. Per questi 40 anni dell’istituto E.Ruffini, nella sua sede storica sul lungomare armese hanno presenziato anche il fondatore Francesco Ammirati e alcuni degli ex dirigenti scolastici, Umidia Nardone; Sergio Maria Conti e Giuseppe Monticone. Ospite di prestigio Marco Sarlo, general manager dell’hotel Royal di Sanremo che ieri ha dato il via a questo quarantennale con una lectio magistralis rivolta ai ragazzi delle classi quinte. 

Il video servizio

 

 

Martina prima ospite del Convitto 

Tra i presenti non poteva mancare Martina Pittaluga, la prima studentessa ospite del convitto. Per lei che viene da Diano Marina questo servizio si è rivelato determinante. La preside Blanco da tempo stava portando avanti i passaggi burocratici necessari per porre fine a quella che era una discriminazione di genere. Un risultato premiato. Infatti oggi c’è già anche un’altra ragazza che si appresta ad entrare nella struttura che ospita i ragazzi. 

Gli ex presidi e uno sguardo al futuro

La presenza del fondatore e degli ex presidi è stato un momento toccante. Ha permesso di fare un vero e proprio viaggio tra i ricordi di questi 40 anni di attività. Passato ma anche futuro, l’alberghiero guarda alla nuova sede: la scuola che sarà realizzata dalla Provincia all’interno del complesso delle ex Caserme Revelli di Taggia. 

Gli interventi

Negli interventi delle autorità si è parlato della centralità e l’attualità dell’offerta formativa dell’Istituto Alberghiero. Una realtà scolastica con una storia di eccellenza consolidata in tanti anni. Il livello di formazione raggiunto dagli studenti dell’alberghiero li porta ad essere contesi dalle più importanti imprese del mondo HoReCa. 

"Due eventi significativi, l'apertura del convitto è epocale e contestualmente festeggiamo i 40 anni di crescita e professionalità dell'Alberghiero. - commenta la dirigente Blanco - Abbiamo tanti ospiti illustri con noi, la scuola lavora in piena sinergia con il territorio per migliorare l'offerta formativa dei nostri studenti. Il convitto è aperto dagli anni '70. Mi sono attivata per porre fine a questo problema di discriminazione di genere. E' un grande successo, frutto di un gioco di squadra".

"Oggi celebriamo un risultato storico per il nostro Alberghiero al servizio della nostra comunità e più in generale della Provincia. - ricorda il sindaco Mario Conio - Qui si formano eccellenze, lo zoccolo duro di tutta l'attività ristorati e ricettiva della nostra provincia". 

"Oggi molte imprese che si dedicano all'agricoltura sono al femminile perchè noi donne amiamo l'innovazione però per creare questo c'è bisogno di formazione, quella che ad esempio, l'istituto Agraria dà. Senza di quella arriviamo ad essere sempre sfruttate. Noi donne dobbiamo acquisire competenza necessaria per essere spendibili sul mercato del lavoro in modo dignitoso. - ha rimarcato Laura Amoretti - Con questo convitto abbiamo abbattuto una discriminazione. Non avere la possibilità di frequentare una scuola in loco, senza quel convitto, per me era discriminatorio. Questo è un ulteriore tassello per arrivare alle pari opportunità". 

"Noi abbiamo grande scommessa per il futuro. Se è vero che il turismo è sempre più esperienziale e ognuno di noi cerca un'esperienza propria, l'esperienza che ricordiamo positivamente è data da una somma di cose tra cui l'ospitalità. - analizza il senatore Berrino - Quel livello di servizio non offrirebbe il ricordo positivo se non ci fossero donne e uomini che offrono quel servizio. Quindi la qualità di chi lavora è importantissima per il risultato finale del prodotto turistico che offriamo. L'alberghiero è una scuola importante perchè è una scuola che insegna a far girare l'economia". 

"Sono traguardi importanti - sottolinea il vicepresidente Piana - portando avanti alta qualità formativa di cui il nostro territorio ha bisogno. Oggi è importante offrire tutte quelle professionalità nel settore turistico ricettivo alberghiero. Noi portiamo avanti tradizione unica a livello mondiale dove la Liguria si ritaglia spazio importante: abbiamo il miglior agroalimentare del mondo. Una volta andavamo di pari passo con i francesi oggi mi sento di dire che li abbiamo superati".

"Dobbiamo mettere al centro i ragazzi e la formazione professionale e dare loro risposte concrete nel comparto del turismo che è un volano per il lavoro. Ottobre è stato mese d'eccellenza per la Liguria - ricorda l'assessore Scajola - Bisogna sapere dai territori cosa bisogna formare. Il turismo sarà il futuro per i posti di lavoro. Noi siamo un territorio turistico. Anche in provincia di Imperia abbiamo faticato a capire questo. Se avessimo capito questo già negli anni '70 avremmo meno territorio da recuperare, però va bene lo stesso. Le sfide sono sempre belle da accettare e motivano per ripartire. Insieme ce la facciamo". 

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium