/ Cronaca

Cronaca | 06 dicembre 2021, 17:08

Sanremo: da giovedì 'drive through' per i tamponi spostato a Bussana, finalmente via le code dal centro

Sul caso di oggi è intervenuto anche il Sindaco, che ha chiesto ad Asl 1 di migliorare il servizio ed evitare lunghe code

Sanremo: da giovedì 'drive through' per i tamponi spostato a Bussana, finalmente via le code dal centro

Buone notizie per il traffico del centro di Sanremo. E’ stata infatti anticipata a giovedì prossimo l’apertura del nuovo ‘drive through’ per effettuare i tamponi direttamente dall’auto, nella zona di via al Mare, a Bussana di Sanremo.

Dopo il caos degli ultimi giorni, culminato con le code che hanno coinvolto tutto il centro di Sanremo, creando un serpentone che, praticamente da piazza Eroi confluiva in galleria Francia, via Volta e corso Garibaldi, fino al Palafiori, poco fa è stato confermato che il ‘drive’ di Bussana sarà aperto mercoledì, dopo la pausa per la festa dell’Immacolata.

Una boccata d’ossigeno per i sanremese che, esasperati, avevano protestato già sabato scorso e soprattutto oggi, quando il transito per le vie del centro era praticamente impossibile. Per domani, quindi, dobbiamo attendere ancora una giornata di passione, perché saranno molti i residenti di Sanremo e delle città limitrofe che si recheranno al ‘drive’ ma, da giovedì lo spostamento renderà probabilmente più agevole la gestione all’Asl e, sicuramente meno invasiva la coda per il centro città.

Questa mattina il Sindaco di Sanremo si è scusato per l'accaduto: "Dell’ingorgo stradale di stamattina, e dei relativi disagi patiti da molti cittadini, mi voglio scusare personalmente. All'Asl avevamo chiesto già dalla scorsa settimana di trasferire altrove il centro tamponi, mettendo a disposizione diverse location alternative. Va comunque rivista e migliorata l’organizzazione, a prescindere dalla nuova ubicazione. Non si può far aspettare 2/3 ore in coda in macchina un bambino magari febbricitante. Per far fronte al drastico aumento di tamponi da tracciamento dell’ultima settimana, quasi interamente destinati a ragazzi e bambini in età scolare, serve incrementare il personale dedicato. O quantomeno scaglionare gli arrivi al centro prelievi con orari ben differenziati, specialmente per le scuole, in modo da ridurre sensibilmente i tempi di attesa".

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium