ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Cronaca

Cronaca | 03 dicembre 2021, 07:11

Coronavirus: Toti conferma zona bianca ma i numeri tendono a salire, dall'Asl 1 "Stiamo approntando nuovi letti in ospedale" (Video)

Il Direttore Generale, Silvio Falco, e il Primario di Malattie Infettive Giovanni Cenderello sottolineano come l'azienda sia pronta a reggere la quarta ondata. I numeri elevati risiedono nella bassa percentuale di vaccinazione

Coronavirus: Toti conferma zona bianca ma i numeri tendono a salire, dall'Asl 1 "Stiamo approntando nuovi letti in ospedale" (Video)

“Con un Rt pari a 1,3, la Liguria si conferma in zona bianca anche la prossima settimana”. Lo ha confermato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti che ha evidenziato come il virus sia tornato a correre ma che, gli effetti sui cittadini sono molto minori rispetto a un anno fa. I ricoveri sono calati ma, ovviamente, bisogna essere attenti, anche in funzione dei numeri che, come pubblicato nei giorni scorsi dal nostro giornale, sarebbero tra zona ‘gialla’ e ‘rossa’ se non venissero ampliati i posti letto.

Asl 1 Imperiese è al lavoro come confermatoci dal Direttore Generale, Silvio Falco: “Ci sono degli step e delle scale da seguire. Oggi abbiamo a disposizione 50 letti che possono essere implementati in poche ore, così come altri 8 per le terapie intensive. Il problema vero è quello delle risorse umane per poter gestire l’eventuale emergenza. Io sono ottimista e auspico un Natale diverso da quello dell’anno scorso. La vaccinazione ha fatto un grosso risultato, anche se da noi un pochino meno, visto che è una delle province più critiche, rimanendo al 75%. Rimane il fatto che, chi si vaccinerà con la prima dose in questi giorni, rischia comunque di ammalarsi perché era fondamentale farla quest’estate. Non è mai troppo tardi e noi ci siamo messi a disposizione, ma chiediamo scusa in anticipo per eventuali code che si potranno creare nei prossimi giorni”.

Sul cambio di colore il Direttore di Asl 1 non ha commentato, in attesa delle decisioni che arriveranno da altri tavoli. Al Dottor Giovanni Cenderello, Primario di Malattie Infettive a Sanremo, abbiamo chiesto se ci sono previsioni per le prossime settimane: “Non sappiamo con precisione cosa ci aspetta, ma siamo pronti a reggere la cosiddetta quarta ondata. Stamattina abbiamo svolto una nuova riunione per preparare il ‘piano di battaglia’, nel caso in cui dovesse aumentare la pressione sui pronto soccorso, le degenze ordinarie e le rianimazioni. Come Asl 1 abbiamo sempre retto bene e risposto con tempestività e siamo pronti a mantenere una assistenza di livello adeguato”.

I numeri stanno aumentando e immaginiamo che stiate lavorando a rimpinguare i posti letto, in caso di necessità: “Anche oggi ne abbiamo parlato per cercare di avere un piano ben definito, da attuare a seconda del numero di ricoveri”.

Come si spiega la scarsa vaccinazione nella nostra provincia: “Non me lo spiego, anche perché abbiamo provato in tutti i modi con appelli alla popolazione. In molti non capiscono che la vaccinazione è l’unico modo per tenere lontana la malattia”.

Ci dobbiamo aspettare una quarta dose nel 2022? “E’ possibile ma il vero problema è che la percentuale così bassa di vaccinata, giustifica l’aumento dei casi di questi ultimi giorni”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium