Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 13 settembre 2021, 17:39

Sanremo: super stagione turistica, ad agosto il 20% in più del 2019 e settembre 'top', ma c'è anche qualche lamentela

Agosto è stato un mese fantastico per le strutture ricettive che hanno recuperato anche il calo del 2020. I primi due weekend di settembre sono stati 'sold out' e anche la seconda metà del mese sarà buona. Qualche perplessità sulla manutenzione in città.

Sanremo: super stagione turistica, ad agosto il 20% in più del 2019 e settembre 'top', ma c'è anche qualche lamentela

Anche Sanremo conferma la super stagione turistica, con qualche neo evidenziato dagli operatori del settore, su segnalazione degli utenti. Anche i primi due weekend di settembre hanno fatto segnare il ‘tutto esaurito’ in tutta la città dei fiori e anche i giorni feriali dell’ultimo mese di estate hanno visto le strutture ricettive tutto sommato piene.

“Sono state due settimane di settembre quasi ‘agostane’ – ci ha detto il presidente di Federalberghi Sanremo, Silvio Di Michelema assolutamente paragonabili a luglio, con numeri nettamente superiori al 2019 per non parlare dello scorso anno”. I numeri vedono ad agosto un 20% in più rispetto a due anni fa che confermano la straordinaria stagione mentre, lo scorso anno ricordiamo si registrò un meno 12%. “E’ stato un vero e proprio boom di presenze – ha detto Di Michele, anche se i dati ufficiali dovranno essere confermati nelle prossime settimane”.

Per la seconda parte del mese ci sono anche molte prenotazioni, sia dall’Italia che dall’estero, per una chiusura della stagione che si preannuncia frizzante, confidando molto nel meteo per poter garantire una qualità della vacanza superiore alla media. Nell’ultimo fine settimana è bastato muoversi in città per capire il grande movimento turistico in città e anche ‘Sanremo Rock’ ha portato molte presenze, soprattutto nelle case vacanze e nei bed & breakfast.

Ci sono anche previsioni discrete per ottobre, anche se in questo caso molto dipenderà dal meteo e sarà sicuramente più un mese da ‘last minute’ e che dipenderà dalle manifestazioni che verranno proposte, ma l’estate può essere già quasi archiviata come ‘eccezionale’ sul piano di arrivi e presenze, ma c’è un neo, quello del ritorno di immagine: “Non penso che alcuni dei villeggianti siano andati via molto contenti – ha chiosato Di Michele – soprattutto tra parcheggi e code per avere lettini e ombrelloni in spiaggia. Abbiamo problemi per trovare i posti auto e molti clienti si sono lamentati, mentre in spiaggia il distanziamento Covid ha creato non poche questioni. Certo, abbiamo vissuto un’estate da record, ma le lamentele noi le abbiamo udite, visto che siamo in prima linea”.

C’è anche stata qualche lamentela per il fronte mare trasandato: “Il lungomare Vittorio Emanuele, ad esempio – va avanti Di Michele – ha marmi rotti, inferriate marce e aiuole da dimenticare. Situazioni non diverse sul lungomare Trento Trieste. Ci sono danni e buche presenti da vent’anni, anche nei luoghi più strategici sul piano turistico. Certo siamo felici per una stagione scoppiettante però, attenzione, speriamo che non sia un boomerang condito dal problema autostrade. Per chiudere c’è anche da annoverare la maleducazione di molti residenti e alcuni turisti delle seconde case, che conferiscono l’immondizia in modo inverecondo. La città sembra ancora più sporca e, ovviamente, si registrano ulteriori rimostranze”.

Ci sono stati ottimi riscontri, invece, per il punto di informazione turistica di via Matteotti, al ‘Rigolè’: “E’ stato molto apprezzato dai turisti, che hanno a portata di mano informazioni e indicazioni, oltre a delle brochure che non riescono ad avere. Devo fare i complimenti all’iniziativa, che va assolutamente mantenuta per le prossime stagioni estive e anche nei momenti clou del turismo negli altri momenti dell’anno”.

“E’ un vero peccato – termina il Presidente di Federalberghi Sanremo, tornando alle brutture prima elencate – sperando di non aver fatto brutte figure. Ma non dobbiamo fare di ‘tutta l’erba un fascio’ perché Sanremo in alcune zone è davvero bella e ben tenuta. Mancano solo alcune cose da perfezionare per fare il salto di qualità e non dobbiamo dimenticarlo perché alcuni villeggianti se ne accorgono”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium