Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 19 luglio 2021, 07:14

I cinghiali sono sempre più un pericolo per il nostro entroterra, Boeri (Coldiretti): “Non possiamo più aspettare, è anche un problema di sicurezza”

Si chiede un potenziamento dell’autodifesa con la possibilità di abbattere gli animali

I cinghiali sono sempre più un pericolo per il nostro entroterra, Boeri (Coldiretti): “Non possiamo più aspettare, è anche un problema di sicurezza”

Si fanno sempre più frequenti le denunce da parte di agricoltori, e non solo, a causa dei danni provocati dai branchi di cinghiali che letteralmente scorrazzano nell’entroterra.

Il fenomeno sta interessando in maniera importante tutta la nostra regione e su tutto il territorio si verificano, ormai all’oridne del giorno, situazioni in cui gli animali distruggono le piantagioni, deturpano l'ambiente, rovinano i raccolti, provocano incidenti, oltre che spaventare i residenti. Il settore agricolo, in ginocchio, chiede aiuto. Proprio in questi giorni, in zona Montenero, sopra Bordighera, l'ennesimo allarme e danni causati dal passaggio dei cinghiali.

A inizio mese a Genova c'è stata una manifestazione in cui Coldiretti non si è limitata a sottolineare la problematica, che è ormai chiarissima, ma ha proposto delle iniziative attraverso un decreto legge consegnato nelle mani dell'assessore Piana. Coldiretti ha proposto una panoramica su tutte le modalità applicate, a livello nazionale e regionale, volte al contenimento del fenomeno, unendo le più virtuose.

Il decreto chiede, come conferma il presidente regionale di Coldiretti, Gianluca Boeri, un potenziamento dell'attività di autodifesa del fondo. In sostanza il titolare del fondo può provvedere, qualora si manifestasse minaccia, all'abbattimento del cinghiale. Se l'agricoltore non è abilitato e non dovesse essere in grado di compiere tale azione, potrà quindi richiedere un intervento rivolgendosi, oltre alle guardie del nucleo venatorio, alla Polizia Municipale, metropolitiana, o regionale, in modo da estendere anche ad altre figure la competenza. Inoltre è stato richiesto anche il potenziamento delle gabbie di cattura, soprattutto nei comuni costieri.

Non possiamo più aspettare - dice Boeri - siamo in attesa che la Regione ci dia le adeguate risposte, sono episodi all'ordine del giorno, è un problema anche di sicurezza stradale, di decoro urbano e a livello sanitario”.

Si chiede sostenibilità del territorio, basti pensare che il numero dei cinghiali in Liguria ha superato le 70mila unità, e che venga ristabilito un equilibrio poiché tale situazione sta andando, al contempo, a discapito della flora e della fauna regionale sfociando in un vero e proprio problema sociale.

Diego Lombardi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium