/ Attualità

In Breve

lunedì 04 luglio
domenica 03 luglio
sabato 02 luglio

Attualità | 24 maggio 2021, 07:11

Sanremo: per ora è un turismo da weekend, ma le prenotazioni negli alberghi per giugno e luglio sono buone

E' la disamina di Silvio Di Michele, presidente di Federalberghi che, però, si è nuovamente dichiarato preoccupato per la situazione cantieri sulle autostrade.

Sanremo: per ora è un turismo da weekend, ma le prenotazioni negli alberghi per giugno e luglio sono buone

E’ un turismo da fine settimana, almeno per il momento, negli alberghi della città di Sanremo. Ma anche per giugno e luglio le prenotazioni si stanno muovendo e, grazie al nuovo ottimismo tra tutti, arrivano delle discrete prenotazioni, sia dall’Italia che dall’estero.

E’ questa la disamina del presidente di Federalberghi Sanremo, Silvio Di Michele, alla fine del mese di maggio, che ha visto soprattutto presenze tra venerdì sera e domenica, con un turismo ‘mordi e fuggi’ ma comunque interessante per il periodo, a poche settimane dalla riapertura dopo il periodo invernale. Le strutture matuziane stanno pian piano rimettendosi in pista, anche se molte stanno tenendo aperto solo nei weekend, giusto per rispondere alle prenotazioni che stanno arrivando.

“E’ comunque un primo passo – ci ha detto Di Michele – tenuto anche conto del fatto che ci stiamo riaffacciando alla finestra e che ci auguriamo soprattutto di vedere un’estate almeno come quella dello scorso anno, sperando ovviamente in qualcosa di più. Ci confortano le prenotazioni che stanno arrivando in queste settimane per giugno e luglio, sia dall’Italia che dall’estero ma siamo preoccupati per la situazione autostrade”.

Ecco, quindi, il tasto dolente. Quello ormai cronico, relativo ai problemi che hanno gli italiani nel raggiungere la nostra provincia (e un po’ tutta la regione): “Ho parlato ancora qualche giorno fa con alcuni clienti, che trovano sempre code inenarrabili. Non si può pensare che i turisti partano alle 8 del mattino per arrivare alle 4 o alle 5 del pomeriggio. Questa situazione ci sta uccidendo economicamente e l’anno scorso ci abbiamo rimesso il 50% delle presenze, nel mese di luglio. Siamo fortemente preoccupati per quest’estate, nonostante qualcosa si stia muovendo, anche grazie alle manifestazioni che il Comune ha approntato”.

Una situazione che, secondo gli operatori del settore e visti i racconti dei turisti, è notevolmente peggiorata rispetto a 10/15 anni fa, quando le lamentele maggiori erano per il ‘controesodo’, ovvero le lunghe code a cui erano sottoposti i turisti la domenica pomeriggio, al rientro verso casa. Ora, con i cantieri presenti, sia in Liguria che in Piemonte e Lombardia, anche il viaggio di andata è un calvario.

Insomma, ci attende un’estate che potrebbe essere di qualità sul piano turistico, ma che sembrerebbe nuovamente penalizzata dai trasporti: “E tutto questo – termina Di Michele – nonostante ci sia un Assessore come Gianni Berrino che si fa letteralmente in quattro per cercare soluzioni, ma anche lui fa quanto può contro una situazione devastante sul piano economico per la Liguria”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium