/ Cronaca

Cronaca | 18 maggio 2021, 12:24

Il dolore del Club Tenco per la morte di Franco Battiato: “Ci inchiniamo con infinito amore e rispetto”

Negli anni il maestro Battiato ha ricevuto tre targhe e un Premio Tenco

Il dolore del Club Tenco per la morte di Franco Battiato: “Ci inchiniamo con infinito amore e rispetto”

Il direttivo del Club Tenco, per voce del proprio presidente, Sergio Staino, esprime il proprio dolore per la scomparsa di Franco Battiato, grande protagonista negli anni a Sanremo con tre targhe e un Premio Tenco.

Scrive Staino: “Nel comprensibile dolore che ci attanaglia in questo momento, il nostro cervello si affolla dei tanti ricordi dell'uomo e del cantante Franco Battiato. Come ognuno sa, nelle giornate della Rassegna della Canzone d'Autore si consuma con intelligenza ed allegria la grande arte dell'incontro. Per questo le prime immagini che vengono in mente sono i momenti del dopo Tenco all'ultimo piano dell'Ariston, dove si tira tardi parlando di tutto. Guccini ricorda di quando, intorno ad uno di questi tavoli insieme a Fiorella Mannoia e Antonio Silva, Battiato raccontò un'infinità di barzellette facendo ridere tutti. Lui, che veniva preso in giro da tanti di noi attraverso le canzoncine satiriche di Davide Riondino che recitava le implorazioni di una improbabile mamma di Battiato: "Franco, esci di camera! Vai a giocare con gli altri bambini... sennò mi diventi grullo". Ovviamente la realtà più profonda è molto diversa e ancora racchiusa in queste frasi con cui il nostro direttore artistico Sergio Secondiano Sacchi motivò all'epoca l'assegnazione del Premio Tenco a Franco: "Il suo percorso artistico, caratterizzato dal coraggio di confrontarsi con le culture e i linguaggi più eterogenei senza mai farsene assorbire, ha attraversato oltre quarant’anni di musica, dalle prime prove anni Sessanta allo sperimentalismo elettronico dei Settanta, da quello testuale del decennio successivo fino alla sintesi di linguaggi e forme che ne hanno caratterizzato gli ultimi anni. Un’esperienza unica, fuori da qualsiasi schema, dalla quale è affiorato un suono inconfondibile che da solo stabilisce un’identità, uno standard unico e inimitabile”.

Un'esperienza unica da vero grande maestro alla quale il direttivo del Club Tenco e tutti i soci si inchinano con infinito amore e rispetto” concludono dal Club Tenco.

Pietro Zampedroni

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium