/ Economia

Economia | 21 gennaio 2021, 07:53

Cos'è un cronoprogramma e perché è importante

Si tratta di uno strumento molto versatile e di grande importanza.

Cos'è un cronoprogramma e perché è importante

Il cronoprogramma è uno strumento che aiuta la pianificazione dei lavori nella realizzazione di un progetto. Si tratta di uno strumento molto versatile e di grande importanza.

Grazie ad un cronoprogramma è possibile gestire la fase di progettazione e individuare tutte le attività che devono essere portate avanti in corso d' opera. Dal punto di vista della progettazione di un lavoro questo strumento aiuta ad avere subito un quadro della situazione da vari punti di vista.

Può infatti essere impiegato in relazione alla sicurezza sul lavoro, come per pianificare gli approvvigionamenti. Ancora, per valutare i tempi d realizzazione dell'opera e molto altro ancora.

Possono essere impiegati vari tipi di cronoprogramma. Ad esempio ve ne sono alcuni che utilizzano dei grafici. Altri invece si basano su tabelle. Chiaramente ogni tipo di cronoprogramma ha dei campi e delle utilità ben precise.

In particolare analizziamo oggi un cronoprogramma che viene spesso applicato in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Il cronoprogramma usato nella sicurezza sul lavoro

Anche in materia di sicurezza sul lavoro questo strumento può essere molto utile. Ad esempio nei cantieri edili si è soliti utilizzare il diagramma di gantt. Attraverso questo strumento si va a rappresentare graficamente ogni singola fase di lavoro analizzando così ciascuna attività.

Questo è utile per valutare gli eventuali rischi dovuti ad interferenze di lavorazioni che possono sovrapporsi in cantiere. Per avere maggiori indicazioni facciamo riferimento, nello specifico, ad un articolo dedicato a questo tema.

E' infatti presente sul blog della società Sicurya un articolo che tratta del cronoprogramma. Si tratta di una società di consulenza che opera in materia di sicurezza sul lavoro.

Fondamentalmente vengono indicate le informazioni da inserire nel cronoprogramma e molte altre utili informazioni. Lo strumento è sicuramente valido per analizzare in dettaglio la successione di tutte le varie fasi di lavoro nel tempo.

In questo modo si ottengono di fondo due grandi vantaggi. Il primo è quello di conoscere i tempi necessari per i singoli lavori e quello "complessivo" per completare il tutto. In seconda battuta. Andando più nello specifico nel settore della sicurezza sul lavoro, consente di valutare i rischi interferenti.

Cosa sono i rischi interferenti

Dal momento che il cronoprogramma aiuta a valutare i rischi interferenti ci sembra opportuno chiarire cosa si intende per rischio interferente. Possiamo dire che nel momento in cui, ad esempio in un cantiere, si trovano ad operare più aziende in contemporanea. Questa è una classica situazione in cui i rischi introdotti dall'una possono avere gravi ripercussioni anche sull'altra.

Se pensiamo ad esempio all'elettricista che opera in contemporanea con altre squadre di lavoro. Oppure alle attività di scavo. Ma anche, pensando a situazioni che non si configurano come un cantiere. Possiamo pensare alla posa di infissi in delle attività di ufficio.

Verosimilmente la squadra di lavoro potrà generare rumore e polvere ed i lavoratori di ufficio potrebbero essere, di conseguenza, esposti a questi rischi.

Chiaramente le misure da adottare per eliminare o, se non è possibile, ridurre al minimo questo tipo di rischi saranno sostanzialmente lo sfasamento spaziale e/o temporale delle lavorazioni. Nonché l'adozione di misure tecniche e di sicurezza quali ad esempio i DPI o altro.

Per maggiori informazioni ed approfondimento sull'uso dei cronoprogrammi ed, in generale, sulle tematiche di sicurezza sul lavoro vi invitiamo a visitare il blog di Sicurya al sito sicurya.net.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium