Leggi tutte le notizie di IL PUNTO DI CLAUDIO PORCHIA ›

Attualità | 17 gennaio 2021, 07:11

È il giorno del derby, intervista doppia ai sindaci: Scajola “Imperia non ha nulla da invidiare”, Biancheri “Nessuna rivalità, ma visioni diverse”

Oggi alle 15 al 'Ciccione' l’attesissimo confronto che in Serie D manca da 13 anni

È il giorno del derby, intervista doppia ai sindaci: Scajola “Imperia non ha nulla da invidiare”, Biancheri “Nessuna rivalità, ma visioni diverse”

Sta per scadere il conto alla rovescia. Oggi pomeriggio alle 15 al ‘Ciccione’ andrà in scena il derby Imperia-Sanremese, che nella massima serie dilettantistica nazionale manca da 13 anni. Le due tifoserie dovranno rinunciare alle rispettive gradinate, ma non muore mai lo spirito della stracittadina che ravviva l’eterna rivalità tra due città così vicine e così diverse.

A poche ore dal match del ‘Ciccione’, parola ai due sindaci. Alberto Biancheri da una parte e Claudio Scajola dall’altra, ognuno pronto a sostenere la propria città al cospetto dei ‘cugini’.

Qual è il suo rapporto con il calcio? Da ragazzo giocavo, oggi lo seguo ma non con il coinvolgimento quotidiano del tifoso”. 

Che effetto le farà vedere il derby senza pubblico? 
Il calcio senza pubblico perde la sua anima, e gli stadi vuoti fanno effetto. Come mi fa particolarmente effetto vedere cinema, teatri, palestre, casinò o musei chiusi, con migliaia di posti di lavori a rischio, alberghi, ristoranti, bar ad aperture ridotte e, più in generale, gran parte del nostro sistema produttivo e commerciale inesorabilmente bloccato. È una fase storica tremendamente difficile quella che stiamo affrontando da ormai quasi un anno, e dobbiamo sperare che grazie all’ausilio dei vaccini si intraprenda velocemente quel percorso capace di portarci definitivamente fuori da questo scenario”. 

Ha qualche ricordo particolare legato al derby? Di derby spettacolari in passato ce ne sono stati molti, ma quello a cui mi lega il ricordo più bello è il primo derby a cui assistetti da sindaco di Sanremo, nel 2015, con vittoria della Sanremese per 2-1 in trasferta. Era il primo derby vietato ai tifosi ospiti e quindi insieme ad altri amministratori decidemmo di andare a seguire la squadra in rappresentanza di tutta la tifoseria matuziana. Ricordo anche che al termine della partita tutti i tifosi biancoazzurri aspettarono al ‘Comunale’ la squadra di ritorno da Imperia per festeggiare insieme la vittoria. Fu una bella giornata in una stagione che si rivelò poi eccezionale, con la cavalcata trionfale in Coppa Italia culminata nella famosa finale a Firenze e la successiva promozione”.  

Al di là dell’ambito sportivo, percepisce rivalità con i ‘cugini’ imperiesi? Nessuna rivalità, ma sicuramente abbiamo visioni diverse su alcuni aspetti della vita amministrativa provinciale”. 

Che potenziale ritiene abbia la sua città dal punto di vista calcistico e, in generale, sportivo? Io ho sempre sostenuto con convinzione che il panorama sportivo sanremese sia unico. Uno Yacht Club di livello internazionale, due Tennis Club, un Circolo Golf conosciuto nel mondo, un Centro di equitazione di alto profilo, una molteplicità di sport di squadra e individuali portati avanti con eccellenti risultati da decine di associazioni sportive, e poi tutto l’outdoor, dal mare all’entroterra boschivo, che abbiamo sempre sostenuto e che è esploso in questi ultimi anni. Senza dimenticare la nostra straordinaria pista ciclabile, che è diventata simbolo non solo turistico, ma anche dello sport non agonistico legato al benessere e alla salute fisica, cambiando negli anni lo stile di vita dei sanremesi. In quale altro posto al mondo trovi racchiusa in un raggio di appena 5 km un’offerta così variegata?

Un augurio per il sindaco Scajola in vista di domenica… L’augurio che gli faccio è che il derby di ritorno qui a Sanremo lo si possa vedere insieme allo stadio, davanti a tutti i tifosi: vorrà dire che ci saremo finalmente lasciati alle spalle questo difficile periodo che stiamo vivendo”.

 

Qual è il suo rapporto con il calcio? È nota la mia fede romanista, che mi porto dietro dall'infanzia e alla quale mi legano tanti ricordi. Ma mi piace vedere tutte le partite quando si gioca un bel calcio e devo dire che negli ultimi due anni ho visto buone prestazioni anche dalla nostra Imperia al ‘Ciccione’”.

Che effetto le farà vedere il derby senza pubblico? Il calcio senza pubblico, a tutti i livelli, perde molto. Ancor di più in occasioni di sfide così sentite e attese. Dispiace, però in un'emergenza vale la regola del primum vivere. Oggi pensiamo a tutelare la salute, superiamo questa drammatica pandemia e speriamo di poter tornare presto ad abbracciarci sulle tribune per un gol della nostra squadra”.

Ha qualche ricordo particolare legato al derby? Sono un ottimista inguaribile. Spero che il ricordo più bello debba ancora venire, magari proprio legato alla prossima partita”.

Al di là dell’ambito sportivo, percepisce rivalità con i ‘cugini’ sanremesi? Non mi sono mai piaciuti i campanili e non ho mai ragionato in quell'ottica nella mia vita. La competizione, quando è sana, aiuta tutti a crescere e quindi ben venga. Il resto è colore. Comunque mi sia consentito dire che credo che Imperia, oggi e soprattutto in prospettiva, abbia poco da invidiare a tante realtà, in Riviera e non solo”. 

Che potenziale ritiene abbia la sua città dal punto di vista calcistico e, in generale, sportivo? Il calcio è un discorso a sé stante, molto complesso, che dovrà reinventarsi nel post-pandemia a tutti i livelli. Noi stiamo lavorando con convinzione sugli impianti, in particolare sullo stadio ‘Ciccione’, per mettere a disposizione le strutture per lavorare bene. Allargando il discorso allo Sport in generale, Imperia ha potenzialità enormi, oggi espresse solo in parte, che credo si manifesteranno già nei prossimi due anni”.

Un augurio per il sindaco Biancheri in vista di domenica… Che venga anche lui ad accompagnare la sua squadra. Sarebbe l'occasione per fare due chiacchiere non solo sul calcio, ma anche su altri temi. Chissà, magari sull'acqua”.

Pietro Zampedroni - Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

venerdì 05 marzo
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium