/ Politica

Politica | 31 ottobre 2020, 07:11

Rifiuti: otto comuni del San Lorenzo chiedono di entrare nel bacino sanremese, tutta la gestione passa tramite il Comune matuziano

Durante la seduta di Giunta di ieri mattina, è stata altresì deliberata la proroga della convenzione con Amaie Energia per la gestione del mercato di Valle Armea sino al 31 ottobre 2021

Rifiuti: otto comuni del San Lorenzo chiedono di entrare nel bacino sanremese, tutta la gestione passa tramite il Comune matuziano

Chiederemo al prossimo Consiglio comunale di votare l’ampliamento dell’ambito unico della gestione dei rifiuti per il bacino sanremese, dopo il passaggio della relativa delibera in giunta questa mattina”: così l’assessore all’ambiente Lucia Artusi annuncia l’approvazione della delibera secondo cui 8 comuni della valle di San Lorenzo hanno manifestato l’intenzione di entrare a far parte dal bacino di affidamento sanremese (la Provincia esercita le prerogative afferenti all’organizzazione e all’affidamento dei servizi eventualmente delegando tali funzioni ai Comuni facenti parte di un bacino di affidamento: stabilendo le aree di ambito, ha previsto Sanremo capofila già di un ambito di 14 comuni).

Ora il Consiglio comunale sarà chiamato ad approvare l’iter che consente al Comune di procedere con la riperimetrazione, ovvero con l’ampliamento del bacino permettendo, appunto, l’ingresso degli altri 8 comuni del bacino imperiese. “In questo modo – aggiunge l’assessore - tutta la gestione dei rifiuti passerà tramite il Comune di Sanremo. Poi il Consiglio provinciale deciderà in quale modalità tale gestione dovrà avvenire, se con una gara ad evidenza pubblica o con l’affidamento alla nostra partecipata in house, nel momento successivo alla costituzione dell’ambito”. 

Durante la seduta di Giunta di ieri mattina, è stata altresì deliberata la proroga della convenzione con Amaie Energia per la gestione del mercato di Valle Armea sino al 31 ottobre 2021: saranno previsti, oltre alla gestione della stessa Amaie Energia, anche interventi ordinari e straordinari all’immobile. Il canone annuo che Amaie Energia verserà al Comune di 320 mila euro come lavori consentirà finalmente la messa in sicurezza e l’ammodernamento di un immobile di importanza strategica su cui l’Amministrazione Biancheri, negli ultimi sei anni, ha già investito ingenti somme sia nella parte della manutenzione sia nella creazione di due nuovi poli, uno scolastico, uno sportivo. 

Finalmente sarà così possibile ottenere il certificato antincendio e antisismico – conclude l’assessore Artusi - su cui la Giunta comunale e Amaie Energia hanno lavorato a lungo in questi mesi, insieme agli uffici e ai tecnici preposti. E’ fondamentale che questa struttura, di ben 11 mila metri quadrati, possa avere lo sviluppo che abbiamo progettato e che potrà venire solo grazie ad investimenti pluriennali per un importo di circa 9 milioni di euro”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium