/ Attualità

Attualità | 02 ottobre 2020, 10:30

Dal Principato di Monaco: incontro sindacati-Governo, importanti risultati per i lavoratori frontalieri

Certificati esistenza in vita, estensione coperture sanitarie e nuove opportunità di lavoro.

Dal Principato di Monaco: incontro sindacati-Governo, importanti risultati per i lavoratori frontalieri

Importanti risultati per i pensionati e i lavoratori frontalieri. Certificati esistenza in vita, estensione coperture sanitarie e nuove opportunità di lavoro.

Questa è una sintesi dell'incontro che la FAI ha fatto con il ministro della securite sociale del Principato di Monaco, Gamerdinger. Il tema principale è stato sul problema dei certificati di esistenza in vita per i pensionati. Come sappiamo questo a creato non pochi disagi con code infinite all'anagrafe nei mesi scorsi. Il sistema che utilizza Monaco per l'invio è fatto in modo automatico via informatica ed è identico sia per gli italiani che per i francesi e i monegaschi. “Già in passato – evidenzia il segretario del Fai, Roberto Parodi - avevamo chiesto una soluzione con un scambio in automatico di informazioni con i comuni, cosa richiesta anche ultimamente dalla attuale amministrazione comunale di Ventimiglia, ma non tecnicamente attuabile solo per gli italiani e solo per alcuni comuni”.

Ecco cosa è stato ottenuto:
- dal momento del ricevimento dell'arrivo della attestazione di esistenza in vita non ci sarà più solo un mese di tempo ma tre. questo permetterà di non alcacarsi tutti negli stessi giorni all'anagrafe;
- i certificati potranno essere firmati non solo in comune ma anche da pubblici ufficiali quali Polizia e polizia municipale, i vigili,. Su questo contatteremo le amministrazioni e vedremo la fattibilità;
- per chi è ammalato o ha difficoltà motorie anche il medico di famiglia potrà firmare il certificato. Questo punto lo riteniamo molto importante e va incontro a chi ha maggiori difficoltà.

A breve Monaco notificherà, con una nota ufficiale, quanto è stato raggiunto con questo incontro. A margine della riunione si è parlato anche di altri temi in corso di esame e di realizzazione. Tema sul telelavoro ancora bloccato da parte italiana: “Su questo affiancheremo il governo monegasco per una rapida soluzione con alcuni interventi nei prossimi mesi. L'ampliamento della copertura sanitaria estesa a rimborsi per analisi del sangue, dentista, oculista e occhiali. Il Ministro è stato molto disponibile chiedendoci più incontri al fine di risolvere ulteriori problematiche che si potranno eventualmente riscontrare in futuro riguardanti i nostri lavoratori frontalieri”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium