Elezioni comune di Diano Marina

 / Cronaca

Cronaca | 01 settembre 2020, 17:14

Sanremo: rapina in via Pietro Agosti del 23 agosto, 26enne libico arrestato dai Carabinieri in 72 ore (Foto)

L’evento è parso immediatamente chiaro, in tutta la sua violenza, dalla visione delle immagini delle telecamere di sorveglianza, che hanno permesso di seguirne l’evoluzione e parte del percorso compiuto dal rapinatore nel darsi alla fuga.

Sanremo: rapina in via Pietro Agosti del 23 agosto, 26enne libico arrestato dai Carabinieri in 72 ore (Foto)

Meno di 72 ore: tanto è durata la fuga del 26enne libico, senza fissa dimora ma già noto alle forze dell’ordine, che la sera del 23 agosto scorso alle 20.40, a Sanremo in via Pietro Agosti, ha aggredito un uomo, strattonandolo violentemente e gettandolo a terra, per strappargli la catenina d’oro che portava al collo.

L’evento è parso immediatamente chiaro, in tutta la sua violenza, dalla visione delle immagini delle telecamere di sorveglianza, che hanno permesso di seguirne l’evoluzione e parte del percorso compiuto dal rapinatore nel darsi alla fuga.

Il fattore fondamentale per giungere all’identificazione dell’uomo per i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sanremo è stato la conoscenza del territorio, delle dinamiche criminali e dei soggetti dediti a questo tipo di reati, patrimonio dei militari matuziani. Dai particolari rilevati nel video, infatti, i militari hanno riconosciuto il giovane, che era già stato controllato recentemente, e hanno avviato le ricerche, fornendo le indicazioni utili al rintraccio a tutti gli equipaggi impegnati nel controllo del territorio nell’aera matuziana. L’attenzione da riservare all’individuo doveva essere particolare, visto che essendo sprovvisto di fonti di reddito, non si poteva escludere la commissione di un altro reato analogo.

L’attenzione si è così concentrata nel centro storico della città, ma anche e soprattutto nei parcheggi, nelle aree isolate, nei pressi dei supermercati dove i Carabinieri, anche attraverso il sistema di videosorveglianza cittadino, hanno osservato costantemente i movimenti di persone sole, soprattutto se anziane, potenziale bersaglio del fermato. Nella tarda mattinata del 26 agosto, proprio nei vicoli della Pigna e non lontano dal luogo dell’aggressione, i Carabinieri della Sezione Operativa lo hanno visto e bloccato. Nel corso del controllo è stata anche recuperata la maglia che indossava in occasione dell’aggressione, procedendo quindi al fermo, grazie agli elementi raccolti a suo carico e dell’assenza di una fissa dimora. Il 26enne è stato quindi trasferito al carcere di Sanremo ed il provvedimento è stato convalidato dall’Autorità giudiziaria, che ha disposto la custodia cautelare.

I Carabinieri, ancora una volta ricordano le regole di prudenza fondamentali per prevenire i reati contro il patrimonio commessi in strada: in generale, evitate di camminare su vie isolate o, di sera, poco illuminate, così come (soprattutto se siete soli) di attraversare parchi e giardini, ovvero sostare, soprattutto di notte, in luoghi appartati, sia soli sia in compagnia; se l'auto è parcheggiata in un luogo isolato, prima di salire controllate che all'interno non vi sia qualche intruso, ovvero che non vi siano persone ‘sospette’ nelle vicinanze; se rincasate tardi, cercate, nei limiti del possibile, di farvi accompagnare da qualcuno che conoscete bene. Non fatevi mai assistere da sconosciuti, anche se si dimostrano particolarmente gentili e disponibili; non salite in ascensore da soli con estranei che vi insospettiscono; siate cauti nell'offrire o nel richiedere passaggi in auto a sconosciuti, soprattutto se siete soli o di notte o in luoghi isolati; in caso di aggressione gridate il più possibile e difendetevi cercando di colpire, con tutta forza, le parti più vulnerabili; ricordate che, prima di passare all'azione, l'aggressore osserva e seleziona le vittime, anche sulla base di alcuni particolari come i gioielli e l'abbigliamento eccessivamente elegante o vistoso.

Comunque, in caso di dubbio o sospetto, non esitate a contattare il 112, perché confermano i Carabinieri #possiamoaiutarvi. Questi e altri suggerimenti sono consultabili sul sito www.carabinieri.it, nell’area relativa ai ‘Consigli Tematici’ del menù ‘Servizi per il Cittadino’.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium