/ Politica

Politica | 09 luglio 2020, 09:11

Sanremo: 387mila euro per la messa in sicurezza dell’entroterra, Robaldo "Un iter lungo ma alla fine ce l'abbiamo fatta"

“Altri progetti e altre iniziative – termina Robaldo - stanno venendo alla luce, ma per ora, come nel nostro stile di sobrietà, non ne facciamo cenno, come è stato per il progetto ora approvato; quando saranno ufficiali ne parleremo".

Sanremo: 387mila euro per la messa in sicurezza dell’entroterra, Robaldo "Un iter lungo ma alla fine ce l'abbiamo fatta"

“Cinque anni fa, nasceva l’idea di un consorzio forestale con l’incontro tra Davide Salvi e Anna Asseretto, l’allora assessore al verde pubblico che da subito sposò l’idea e, con l’assessore Menozzi, convocò i sindaci di Perinaldo, Bajardo e Ceriana”.

Interviene in questo modo il Consigliere comunale del Pd a Sanremo, Mario Robaldo, dopo la notizia dell’ottenimento di 387mila euro di finanziamento regionale derivante da fondi PSR 2014-2020 per i comuni di Sanremo e Perinaldo. Il progetto approvato è uno dei due curati dal Consorzio Forestale Monte Bignone. L’altro, presentato per gli altri due Comuni del Consorzio, Ceriana e Baiardo, potrebbe essere approvato in una successiva tranche.

“Ricordo il primo incontro ufficiale che si svolse a Bajardo con il compianto Sindaco Jose Littardi – prosegue Robaldo - che ci accolse a casa sua con calore ed entusiasmo per l’idea. Da allora molti sono stati i passaggi che ci hanno portato ad oggi, molti i viaggi in regione, molta la pazienza messa a dura prova dalla burocrazia, fino alla nascita del consorzio che vide come primo presidente il Preside emerito dell’istituto di agraria Calvi che purtroppo morì poco dopo. Da allora Bajardo e Ceriana hanno cambiato amministrazione, ma per fortuna hanno continuato a credere nel progetto che, è bene ricordare, all’inizio fu visto con poco entusiasmo e anche qualche sorriso da parte di qualcuno, anche perché negli anni nessuno ha mai pensato seriamente a volgere lo sguardo alle nostre spalle e capire che le potenzialità, anche turistiche, possono arrivare dall’outdoor, dai paesi che hanno cultura e tradizione e, tutti insieme, poter crescere e darsi una mano reciprocamente”.

“Il consorzio ora guidato dalla vulcanica Sonia Zanella – prosegue il Consigliere matuziano - ha dapprima ricevuto un incarico dal comune di Sanremo per i il ripristino, la manutenzione e la segnalazione dei sentieri di San Romolo che continuerà, poi si è dedicato alla creazione di progetti per attingere fondi dal Psr, in collaborazione con gli uffici del comune di Sanremo che hanno fatto un lavoro eccellente, ai fini di svolgere la vera funzione per cui è nato, cioè il ripristino e la cura dei nostri boschi. Il riconoscimento di uno dei due progetti per la prevenzione incendi, è un grosso successo e confidiamo che la regione possa finanziare anche il secondo, strategico per tutta l’altra parte del territorio boschivo di cui si dovrà occupare il consorzio”.

“Altri progetti e altre iniziative – termina Robaldo - stanno venendo alla luce, ma per ora, come nel nostro stile di sobrietà, non ne facciamo cenno, come è stato per il progetto ora approvato; quando saranno ufficiali ne parleremo. Concludo con un ringraziamento a tutti coloro che hanno fatto si che questo obiettivo fosse raggiunto, per me è stato un onore aver partecipato alla nascita del consorzio”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium