/ Attualità

Attualità | 30 giugno 2020, 20:15

Castel Vittorio è pronta per la ripartenza dopo il lockdown, il sindaco Oddera "Aspettiamo tutti, abbiamo tante iniziative in serbo"

Gian Stefano Oddera, sindaco di Castel Vittorio, comune di 200 anime in val Nervia, intervenuto stasera a margine del punto stampa di Regione Liguria dove da tempo viene dato spazio anche i primi cittadini dei comuni liguri per raccontare come hanno affrontato l’emergenza Covid-19.

Gian Stefano Oddera, sindaco di Castel Vittorio

Gian Stefano Oddera, sindaco di Castel Vittorio

"La mia comunità ha affrontato l’emergenza con responsabilità rispettando le regole. Questo ha contribuito a tenere sotto controllo la pandemia e nel contempo hanno dato tutti prova di solidarietà nei confronti dei più bisognosi affiancandosi alle iniziative del Comune. Sono soddisfatto e voglio ringraziare i cittadini. 

 

Così Gian Stefano Oddera, sindaco di Castel Vittorio, comune di 200 anime in val Nervia, intervenuto stasera a margine del punto stampa di Regione Liguria dove da tempo viene dato spazio anche i primi cittadini dei comuni liguri per raccontare come hanno affrontato l’emergenza Covid-19. “Il grande tema è la ripartenza. - prosegue Oddera - La nostra amministrazione si è sempre impegnata a sfruttare tutti i canali di finanziamento, sia statali che regionali, sia per la salvaguardia del territorio, sia per dare infrastrutture essenziali ai cittadini”.

 

Infatti di recente è stato realizzato un parcheggio per 60 posti auto e nel prossimo futuro l’amministrazione punta ad un’opera di riasfaltatura all'ingresso del paese. “Abbiamo una bella rete di ristoranti e trattorie specializzate nelle nostre pietanze tipiche come il turtun che si fregia della DeCo. - aggiunge il sindaco - Tutti i nostri locali sono stati chiusi nel periodo del lockdown però adesso da alcune settimane hanno ripreso. Noi abbiamo offerto la sanificazione dei locali. C’è un discreto flusso di gente che arriva sia dalla costa che dai comuni limitrofi”. 

 

“Noi ci contraddistinguiamo per il nostro centro storico arroccato e molto caratteristico. Inoltre, da una decina d’anni abbiamo una colonia di turisti danesi con la quale abbiamo una grossa collaborazione e abbiamo istituito il Festival di Musica Classica che si tiene a luglio. - spiega il sindaco - Purtroppo quest’anno, per i motivi che tutti conosciamo, l’abbiamo dovuto rimandare ma naturalmente sarà riproposto nel 2021. Come abbiamo dovuto rinunciare alla tradizionale Sagra del Turtun, nella terza domenica di agosto".

"Tutto questo  non comporta il fatto che non ci sarà accoglienza per i turisti, anzi. - conclude Oddera - Aspettiamo tutti e abbiamo delle iniziative in serbo. Il nostro comune offre tranquillità e possibilità di fare trekking e stare a contatto con la natura. Aspettiamo i turisti e anche la Regione con i suoi rappresentanti per far conoscere ancora meglio il nostro paese”. 

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium